Perche' San Valentino e' la festa degli innamorati?

Perche' San Valentino e' il protettore degli innamorati? Perche' uni' in matrimonio molti soldati che per un decreto imperiale non potevano sposarsi. Queste le origini della festa

San Valentino. C’è chi aspetta questa festa per dichiararsi, chi sfrutta l’occasione per chiedere la mano alla propria amata, chi si scervella per fare un regalo originale e chi invece proprio non la sopporta. È il 14 febbraio, giorno in cui si celebra San Valentino. Da sempre il giorno degli innamorati, la festa ha origini molto antiche.

È stato Papa Gelasio I nel 496 a volerla inserire nel calendario, sostituendo i “lupercalia”, celebrazioni romane organizzate in onore del dio Fauno, nella “variante” di Luperco, cioè il protettore del bestiame ovino e caprino dall’attacco dei lupi. Quella festa romana si svolgeva il 15 di febbraio, giorno culmine di un mese in cui gli attacchi dei lupi affamati erano più frequenti. Una celebrazione pagana, in un mondo in cui il cristianesimo cominciava a spopolare, doveva essere rimpiazzata. Così il Pontefice la dedicò a un Santo, Valentino da Terni, che nello stesso giorno di 200 anni prima fu martirizzato.

Perché? La leggenda vuole che Valentino, vescovo della città umbra, fu invitato a Roma dall’imperatore Claudio II che cercò di persuaderlo ad interrompere le sue iniziative in favore dei giovani amanti e di convertirsi nuovamente al paganesimo. Valentino sfidava un decreto imperiale che impediva ai soldati di sposarsi, e per questo unì molte coppie in matrimonio. Valentino rifiutò di rinunciare alla sua Fede e tentò invece di convertire Claudio II al Cristianesimo. Un gesto che poteva costargli la vita. Ma Claudio non lo fece uccidere, affidandolo a una nobile famiglia. Con l’avvento al potere di Aureliano, successore di Claudio II, però le persecuzioni cristiane raggiunsero un livello allarmante.

Valentino fu catturato e decapitato nel 273, a 97 anni. Oggi, a distanza di due millenni, è rimasto famoso in tutto il mondo. 

Giacomo Gallo

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER