Meningite: muore 36enne a Napoli

Nuovo caso di meningite, un morto a Napoli

La scorsa notte all’ospedale Cardarelli di Napoli è morto un 36enne a causa della meningite.

Come ha spiegato il direttore generale Ciro Verdoliva: ”sono state attivate, come da protocollo, tutte le profilassi necessarie. Ogni operatore sanitario o soggetto entrato in contatto con il paziente all’interno dell’area di competenza dell’Azienda ospedaliera è stato sottoposto a profilassi antibiotica. Allo stesso modo è stata effettuata la bonifica dell’ambiente grazie ad una corretta areazione della struttura interessata e sono state già allertate le autorità sanitarie competenti".

Ecco i sintomi della meningite.

È premura del direttore anche prevenire psicosi ingiustificate e per questo ha spiegato che "non esiste nel Cardarelli alcuna emergenza a seguito di questo caso".

"I medici - conclude Verdolina - hanno immediatamente individuato la natura dei sintomi, ma nonostante questo non è stato possibile stabilizzarne le funzioni ormai irrimediabilmente compromesse. E' infatti giunto in pronto soccorso in stato di coma e in imminente pericolo di vita. Alla sua famiglia va il cordoglio di tutto il personale del Cardarelli”.

L’unica arma contro la meningite è il vaccino

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER