Legge di Stabilita’: ecco i punti green. Leggi la bozza

Dal prolungamento degli ecobonus al dissesto idrologico, dalla riqualificazione della risorsa idrica aklle bonifiche del territorio: ecco i punti green della legge di Stabilita’. Leggi la bozza

 

La legge di Stabilità, il piano per lo sviluppo economico del prossimo trienno,  inizia oggi il suo iter per l’esame al Senato. La bozza prevede anche dei risvolti green. Primo fra tutti il fatto che anche per il 2014 ci saranno gli eco bonus: l’intenzione dell’esecutivo è chiara sul prolungamento degli incentivi, anche se gli sgravi fiscali per semplici ristrutturazioni, attualmente al 50%, dovrebbero tornare nel 2014 al 36%; mentre gli sgravi fiscali per lavori di risparmio energetico attualmente al 65%, scenderebbero al 55% nel 2014, al 45% nel 2015 e nel 2016 dovrebbero allinearsi con gli altri sgravi fiscali al 36%.

La bozza della legge di Stabilità, poi, promette anche lavori per la messa in sicurezza del territorio, con progetti subito 'canteriabili' contro il dissesto del suolo: si parla di risorse per ‘permettere il rapido avvio nel 2014 di interventi di messa in sicurezza del territorio, non impegnate alla data del 31 dicembre 2013, nel limite massimo complessivo di 600 milioni di euro’. Per la manutenzione anti-dissesto viene autorizzata ‘la spesa di 30 milioni di euro per l'anno 2014, 50 milioni di euro per l'anno 2015 e 100 milioni di euro per l'anno 2016’.

La legge di Stabilità tratta, poi, un tema di fondamentale importanza per il Bel Paese: la riqualificazione della risorsa idrica, che punta soprattutto all'allineamento della depurazione in chiave Ue. Al ministero dell'Ambiente viene assegnato ‘un apposito Fondo da ripartire, sentita la Conferenza unificata Stato-Regioni, città e autonomie locali, con una dotazione di 10 milioni di euro per l'esercizio 2014, 30 milioni di euro per l'esercizio 2015 e 50 milioni di euro per l'esercizio 2016’, per ‘finanziare un Piano straordinario di tutela e gestione della risorsa idrica, finalizzato prioritariamente a potenziare la capacità di depurazione dei reflui urbani’.

 

E ancora: la bozza della legge di Stabilità prevede anche l'avvio delle bonifiche soprattutto per le discariche abusive. La legge prevede ‘un Piano straordinario di bonifica delle discariche abusive’. Il ministero dell'Ambiente - è scritto nel testo del provvedimento – ‘esercita l'azione di rivalsa, in relazione ai costi sostenuti, nei confronti di responsabili dell'inquinamento e dei proprietari dei siti’.

Leggi la bozza della Legge di Stabilità

gc

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER