ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Didattica inclusiva, la rete dei tredici Atenei lombardi compie 10 anni-Covid: primario Niguarda Milano, 'aumentano ricoveri intensiva, 80% non vaccinati'-Covid oggi Italia, 17.030 contagi e 74 morti: bollettino 3 dicembre-Covid, Altroconsumo: "Due terzi degli italiani favorevoli al vaccino obbligatorio"-Volvo: in terzo trimestre vendite e ricavi in calo ma utile per 3,3 mld corone-Scuola, studenti liceo Righi: "Floridia ci ha dato speranza, ma serve collaborazione ufficiale"-Pnrr: accordo Governo-Anci, più spazi per assunzioni e fondi per i Comuni (2)-Università: didattica inclusiva, la rete dei tredici Atenei lombardi compie 10 anni-Università: didattica inclusiva, la rete dei tredici Atenei lombardi compie 10 anni (2)-Università: didattica inclusiva, la rete dei tredici Atenei lombardi compie 10 anni (3)-**Quirinale: grandi manovre al centro, Iv e Ci verso federazione, ma Calenda non ci sta**-**Quirinale: grandi manovre al centro, Iv e Ci verso federazione, ma Calenda non ci sta** (2)-**Quirinale: grandi manovre al centro, Iv e Ci verso federazione, ma Calenda non ci sta** (3)-Scuola, al via le 'assemblee del futuro' governo-studenti, momenti paralleli ad attività consulte-Disabili: Osservatorio Swg, per 65% italiani pandemia ha peggiorato loro vita-Covid: primario San Paolo Milano, 'ricoveri intensive Lombardia raddoppiati in 2 settimane'-**Manovra: braccio ferro in Cdm, salta proposta Draghi su contributo solidarietà** (2)-'Essere genitori oggi', una guida alla genitorialità-Covid: sindaco Codogno, 'noi da focolaio d'Italia a zero terapie intensive, vaccinati al 92%'-Pnrr: Draghi, 'avanti con coerenza e ordine, collaborare tutti e programmare'

Smog: calano le emissioni, ma non la concentrazioni di inquinanti

Condividi questo articolo:

Calano le emissioni di inquinanti, ma non le loro concentrazioni nell’aria

 

Calano le emissioni di polveri sottili e inquinanti pesanti, ma non la loro concentrazione nell’aria.  In particolare, secondo il rapporto  il 2001 e il 2010 le emissioni dirette di PM10 e Pm2.5 sono diminuite del 14% all’interno dell’Unione Europea,  e sono diminuite anche le emissioni degli inquinanti più pesanti: gli ossidi di zolfo sono diminuiti del 54%, gli ossidi d’azoto del 26% e le emissioni di ammoniaca del 10%. Nonostante questo la qualità dell’aria non è migliore: il calo delle emissioni non si traduce automaticamente in un calo di concentrazioni.

L’aria che respiriamo, in pratica, è ancora troppo inquinata. Circa il 30% della popolazione europea vive esposta a concentrazioni di polveri che superano le soglie limite consentite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Ma come mai nonostante il calo delle emissioni non si ha un miglioramento dell’aria? I fattori sono tanti: dal trasporto intercontinentale del particolato al fatto che, soprattutto in Polonia, Slovacchia e Bulgaria, si ritorna al carbone e alla legna per il riscaldamento domestico.

 

Ma quali sono le fonti principali di ciascun inquinante? Il Pm2.5 e il Pm10 derivano soprattutto dal traffico. E sempre soprattutto dal traffico derivano gli ossidi di azoto. Il metano e l’ammoniaca rilasciati in atmosfera derivano per l’80-90% dalle attività agricole, e in misura minore, dalla presenza di discariche a cielo aperto. Gli ossidi di zolfo sono invece la conseguenza delle attività di produzione e distribuzione dell’energia elettrica. 

Questo articolo è stato letto 8 volte.

emissioni inquinanti, emissioni polveri sottili, inquinanti, pm10, pm2.5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net