Lufthansa, biocarburanti per i voli di linea

Per la prima volta un vettore aereo utilizzerà biocarburanti per i suoi voli di linea, con una sperimentazione di 6 mesi. Lufthansa assicura: niente concorrenza con le coltivazioni alimentari e niente deforestazione per il suo biokerosene

Per la prima volta una compagnia aerea utilizzerà biocarburanti sui voli di linea. A dare il via alla sperimentazione sarà la compagnia di bandiera tedesca Lufthansa, che nel periodo di test (di 6 mesi) conta di ridurre le emissioni dovute ai propri velivoli di circa 1.500 tonnellate di Co2.

Il Presidente e Amministratore delegato di Lufthansa Christoph Franz ha spiegato che il trasporto aereo sarà nel prossimo futuro l’unico ad essere indissolubilmente legato ai combustibili liquidi, ed è per questo che assieme alla comunità scientifica, il settore dei vettori aerei deve sviluppare e testare delle alternative. Inoltre, sempre Franz ha sottolineato "la produzione di biocarburanti utilizzati da Lufthansa non è in diretta concorrenza con la produzione alimentare, e nessuna foresta pluviale sarà distrutta" per fare posto alle coltivazioni".

Una valutazione positiva dell’iniziativa viene dal ministero federale tedesco dell’Economia e della Tecnologia, che ha deciso di sostenere parte del costo del progetto con un finanziamento di 2,5 milioni di euro. L’iniziativa del governo federale tedesco fa parte di un piu’ ampio progetto denominato FAIR (Future Research Aircraft), istituito per esaminare altre tematiche oltre alla compatibilita’ di biocarburanti, tra cui la nuova propulsione e la progettazione di aerei e di altri combustibili come il gas naturale liquefatto (GNL).

(VG)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER