L'impresa piu' sostenibile del mondo e' la petrolifera norvegese Statoil

E' possibile che un'azienda petrolifera possa vincere l'oscar della sostenibilita'? E' quanto deciso dalla Corporate Knights che premia i norvergesi per i miglioramenti nella produzione di acqua. Tra le prime dieci mancano gli italiani, il Giappone e' il paese con aziende piu' virtuose

Quali sono le imprese più sostenibili del mondo? Come tutti gli anni, la rivista canadese “Corporate Knights” (www.corporateknights.ca ) ha presentato il ranking delle 100 aziende con il più alto indice di sostenibilità. “Le 100 compagnie globali più sostenibili al mondo” è il titolo del progetto della Corporate Knights, una pubblicazione annuale che scommette per un “capitalismo pulito”. La presentazione della lista è stata fatta a Davos nel Forum economico mondiale. L’elenco è stato realizzato con i dati forniti da 22 paesi. Tra i parametri ci sono la trasparenza, la sostenibilità delle risorse utilizzate, la capacità d’innovazione e la responsabilità sociale delle azioni. Nella scelta non si è considerato soltanto il tema ecologico ma anche il comportamento sociale e finanziario delle aziende. La numero uno delle aziende sostenibili è la petrolifera norvegese “Statoil”, grazie ai suoi miglioramenti nella produzione dell’acqua. Seguono l’impresa di biotecnologia danese Novozymes, Johnson & Johnson, Nokia, Umicore, Intel, Credit Agricole, Storebrand (servizi finanziari) e Danske Bank. Tra i 22 paesi, il Giappone è al primo posto con 19 compagnie; seguono Stati Uniti (13), Regno Unito (11),  Canada (8). Ci sono anche Austria, Francia, Svizzera, Dinamarca e Finlandia. Purtroppo nella lista dell’Italia non c’è l’ombra. Nel 2010 l’impresa al primo posto era General Electric, che oggi occupa il posto 11 a causa della riduzione di investimenti. Corporate Knights è stata fondata nel 2002 ed è una compagnia di mezzi indipendenti che cerca il rafforzamento dello sviluppo sostenibile; nei suoi studi include imprese con il migliore risultato in ogni settore dell’industria per offrire dati specifici e stimolare l’attenzione verso l’ambiente.(Gfc)

 

 



 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER