Torna il festival dell’acqua, a L’Aquila

Quest’anno torna il Festival dell’acqua, gli appuntamenti, che spazieranno da convegni etici a quelli economici, si terranno dal 6 all'11 ottobre, a L’Aquila

 

Si tiene dal 6 all’11 ottobre, a L’Aquila, il Festival dell'acqua, la kermesse 'idrica', che spazierà dai temi tecnici ed economici a quelli etici, organizzata da Federutility, la Federazione che riunisce le imprese dell'acqua, della luce e del gas. Come mai è stata scelta L’Aquila per ospitare questo appuntamento importante? ‘L'Aquila innanzitutto per un gesto di solidarietà verso una città martoriata da un terremoto che l'ha sconquassata’, dove ‘c'è ancora molto lavoro da fare’, ha spiegato il vicepresidente di Federutility, Mauro D'Ascenzi.

 

Il tema fondamentale di questo Festival dell’acqua ‘sarà dissetare il mondo – ha continuato D'Ascenzi - ci assumiamo qui un impegno globale, solidale, e di responsabilità sociale. E' quanto le Nazioni Unite chiedono a tutti i popoli della Terra, e di questo si parlerà. Ma parleremo anche dei problemi più immediati, quelli del settore idrico dell'Italia come per esempio il bisogno di investimenti. Un tema su cui ormai tutti concordano - rileva il vicepresidente di Federutility -. In Italia c'è bisogno di 5 miliardi di euro di investimenti ogni anno per i prossimi 5 anni; questo è il minimo, mentre ne stiamo producendo solo 1,2’.

Il Festival dell'acqua ‘non si limita soltanto al dibattito: ci saranno personaggi importanti, primo tra tutti il presidente del Senato Pietro Grasso che parlerà della legalità nel settore acqua’. La manifestazione si svilupperà ‘su diversi livelli: quello tecnico, ma anche un altro più ampio che coinvolge gli intellettuali, il mondo della cultura e il mondo delle arti; ci saranno filosofi che rifletteranno sui temi più generali, etici e morali, che riguardano l'acqua; e poi il coinvolgimento del popolo de L'Aquila perché si ricostruisce anche con la gioia di vivere’.

gc-Ansa

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER