In Italia la rete idrica perde 100mila litri di acqua al secondo

In Italia si sprecano 100mila litri di acqua al secondo a causa di una rete idrica che non funziona

 

La rete idrica italiana, e’ proprio il caso di dire,  fa acqua da tutte le parti: gli acquedotti  perdono quasi il 40% dell'acqua, ovvero ogni 100 litri che ci mettiamo dentro, 40 non arrivano a destinazione. Il tutto si traduce in uno spreco enorme di 100 mila litri al secondo. A lanciare l’allarme è l’Istat, che segnala ‘dispersioni che continuano ad essere persistenti e gravose’.

In particolare, le dispersioni di rete ammontano a 3,1 miliardi di metri cubi: 8,6 milioni di metri cubi di acqua persi al giorno, ovvero poco meno di 100 mila litri al secondo, pari a 144 litri al giorno oltre quanto effettivamente consumato per ogni persona residente. Gli acquedotti peggiori si trovano sulle isole e in tutto il centro Sud. Ma anche al nord c'è un peggioramento, Valle d'Aosta a parte (nel nord-ovest la dispersione più bassa al 30%).

 

Non solo buchi e dispersioni. Il report dell'Istat si concentra anche sulla depurazione: nella cartina degli impianti che 'ripuliscono' l'acqua se ne contano oltre 18.000, con il nord che vince la maglia rosa per numero e il nord-ovest quella per capacità depurativa. 

gc

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER