Governo impugna legge della Regione Lazio su Acqua Pubblica

Il Consiglio dei Ministri ha deciso di impugnare la legge della Regione Lazio sull’acqua Pubblica in quanti viola alcune disposizioni della normativa statale

 

 

La legge della Regione Lazio sull’acqua pubblica è in  contrasto con la legislazione statale ed è per questo che il Consiglio dei ministri ha deliberato l'impugnativa. La norma, la n.5 del 4 aprile 2014, aveva ottenuto il via libera poco meno di tre mesi fa, ma su proposta del ministro per gli Affari regionali Maria Carmela Lanzetta, il Governo ha deciso di impugnare la legge ‘in quanto numerose disposizioni, riguardanti l'organizzazione e la gestione del servizio idrico integrato, contrastano con le regole riservate alla legislazione statale in materia di tutela della concorrenza, dell'ambiente, e dell'ordinamento civile’. La legge è ‘in violazione dell'articolo 117, secondo comma, lettere e), l), e s), della Costituzione’, ovvero di quelle norme che assegnano allo Stato (e non alle Regioni) il potere di legiferare in materia di concorrenza, giurisdizione e tutela dell’ambiente.

‘E' grave e non giustificabile l'impugnazione decisa dal Governo della legge della regione Lazio sull'acqua, che rappresenta la traduzione normativa della vittoria dei cittadini che hanno combattuto e poi votato al referendum perché l'acqua restasse un bene di tutti’ ha affermato la direzione di Green Italia. ‘Impugnare una legge che chiaramente è in linea con l'esito referendario e che riconosce la tutela pubblica su un bene comune, scarso e limitato come l'acqua - continua Green Italia - è uno schiaffo alla volontà dei 27 milioni di italiani che avevano votato in tal senso. Richiamare i principi della concorrenza per giustificare l'impugnazione non è francamente accettabile - conclude - e proprio nelle ore in cui a Venezia è stato sollevato il coperchio sull'ennesimo caso di corruzione diffusa nell'amministrazione della cosa pubblica, segna drammaticamente la distanza esistente della politica dai cittadini’.

gc

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER