Diminuisce consumo di acqua ed energia elettrica

Complice la crisi, nel 2012 e’ stata registrata una contrazione dell’uso di acqua potabile ed energia elettrica

 

Diminuisce il consumo di acqua ed energia ad uso domestico. A dirlo è report dell'Istat ‘Eco management e servizi ambientali nelle città: rifiuti, acqua, energia’ sul 2012.  Secondo il rapporto Istat lo scorso anno c'e' stata anche una nuova contrazione dei consumi di acqua potabile per uso domestico, scesa in 11 anni del 18%, a 172 litri al giorno per abitante, mentre si evidenziano dispersioni idriche nelle reti comunali ancora elevate, pari al 33,9%.  Non solo. Il rapporto  afferma che è stata registrata una diminuzione dello 0,8%, sempre nei capoluoghi, dei consumi domestici di energia elettrica e del gas metano. 

 

L’uso di acqua potabile pro capite per uso domestico è stata pari, nel 2012, a 172,1 litri per abitante al giorno. Tra i comuni con i consumi pro capite più elevati ci sono Brescia, Pavia, Lodi, Torino e Milano.  Rappresenta ancora un problema la grande dispersione idrica, pari al 33,9%. Nel 47% dei capoluoghi del Sud si supera la soglia del 40% di dispersione.  In media, dei 403 litri per abitante immessi giornalmente nella rete di distribuzione dei capoluoghi, se ne riescono a erogare circa 267. 

Il consumo di energia elettrica legato all’uso domestico, invece, è stato pari a 1.185,9 kWh per abitante, ovvero -0,8% sul 2011.

gc

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER