Cina. Acqua contaminata da arsenico

Circa 20 milioni di cinesi potrebbero avere problemi con l'acqua contaminata da arsenico

 

La rivista Science lancia l’allarme: circa 20 milioni di persone potrebbero essere esposte in Cina ad acqua contaminata con l'arsenico.

Il ricercatore dell'Istituto federale svizzero di scienze e tecnologie acquatiche Luis Rodriguez-Lado mette in evidenza come «L'intossicazione con arsenico nell'acqua potabile è un grande problema in molti paesi», in particolare in Bangladesh dove è stato dichiarato un problema endemico.

Il primo caso di intossicazione venne identificato in Cina nel 1970 e nel 1994 le autorità di Pechino la definirono una delle «più importanti malattie endemiche» del Paese.

Sono circa 19.6 milioni i cinesi a rischio poiché si hanno livelli di arsenico oltre la soglia fissata dall'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms).

«Nelle aree ad alta densità di popolazione, il rischio è maggiore - ha detto Guifan Sun, presidente dell'Università di Medicina cinese e membro della squadra di ricerca - queste aree dovrebbero essere analizzate il prima possibile e credo che dopo la pubblicazione dello studio il governo cinese vi presterà attenzione».

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER