Acqua, motivo di guerra

 

Che ruolo ha l'oro blu negli equilibri geopolitici? Vediamolo insieme

 

 

 

 

Acqua motivo di guerra. Accade nel Nord Africa, dall'Egitto al Marocco, dove l'oro blu è al centro di contese geopolitiche. A denunciare la cosa è Desiree Quagliarotti dell'Istituto di studi sulle società del Mediterraneo del Cnr, nel corso del convegno internazionale 'Aquitaly, il presente e il futuro dell'acqua, una risorsa in pericolo' : 'L'acqua diventa una variabile strategica da un lato per via dell'incremento demografico dall'altro per i cambiamenti climatici. Si prevede che nel futuro la risorsa sarà sempre più contesa. Le aree di crisi e conflitti per l'acqua sono il Medio Oriente, il nord Africa, l'Asia del sud. Si stanno incrementando anche nella valle del Tigri e dell'Eufrate, nel bacino del Nilo e nel Giordano''.

 

'Nel bacino del Nilo non sono state sfruttate tutte le potenzialità per via dei vincoli politici', afferma Desiree Quagliarotti, che sostiene anche che vi è la volontà di 'sviluppare l'agricoltura nel sud-ovest del Paese e riuscire a 'far fiorire il deserto', grazie all'acqua del grande fiume.

 


'Il ruolo dell'acqua incrocia i temi dell'Expo per questo pensiamo a una manifestazione sull'acqua nel 2016 per il settore fieristico cercando di toccare tutti gli aspetti della risorsa: dal manifatturiero alla depurazione, alle acque minerali e al settore turistico specie con le terme'', commenta il presidente di Fiera Roma, Mauro Mannocchi.

gc

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER