W il sughero, il senso della campagna di Slow wine

Dai tempi che furono il sughero è sempre stato accostato al vino, lo aiuta ad evolversi e a restare vivo, per questo la Guida Slow wine ha lanciato una campagna che vede importanti partners protagonisti, Gambero Rosso, Wwf e Slow food editore

La guida Slow wine lancia la campagna di promozione del sughero, quale migliore materiale per i tappi per la conservazione del vino.Grazie alle sue caratteristiche intrinseche, il sughero ha un legame inscindibile con il vino che risale ai tempi antichi. Si tratta, infatti, di un materiale naturale che aiuta il vino a restare vivo e ad evolversi nel tempo preservandone correttamente gusto, charme e raffinatezza. Una sostanza unica che rappresenta anche un patrimonio fondamentale per l’ecologia del nostro pianeta, un habitat ideale per varie specie animali e uno strumento in piu’ per proteggere l’ecosistema.
"Abbiamo scelto la campagna di promozione del sughero come partner - sottolinea Giancarlo Gariglio, curatore della Guida Slow Wine - in quanto ne condividiamo appieno la filosofia. Il sughero resta per noi la migliore soluzione naturale per conservare il vino; inoltre, sostenendo il consumo e la tutela delle foreste di sughero, contribuiamo alla salvaguardia di un ecosistema importante e dell’ambiente’. L’iniziativa e’ stata presentata a Roma nei giorni scorsi in vista del Vinitaly che si svolgera’ ad aprile, in cui la Campagna del Sughero sara’ ancora a fianco di Slow Food Editore con uno spazio per approfondire il tema del sughero e della sua tutela. La campagna, che prevede numerose attivita’ rivolte al consumatore e agli operatori del settore, e’ supportata da partner prestigiosi come Slow Food Editore, Gambero Rosso e Wwf. (fonte: adnkronos)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER