Anche il vino ‘bio’ al Vinoforum 2012 di Roma

Alla manifestazione romana, che inizierà il primo giugno saranno grandi protagonisti i vini biologici e biodinamici. Una vetrina importante per gli appassionati e gli intenditori

Il vino biologico ha un basso impatto ambientale, coniuga tradizione e sostenibilità, piace ai giovani: è il vino bio Made in Italy. E’ proprio ai prodotti biologici e biodinamici che è dedicata l’area “Berebio” all’interno della manifestazione Vinòforum, che si terrà a Roma dal 1 al 16 giugno, in un contesto spettacolare nel cuore della Capitale. Il 7 giugno, poi, questi vini saranno protagonisti assoluti con una “Serata Berebio”, che metterà in contatto diretto i produttori con il pubblico della kermesse.

Fari puntati sul vino biologico, dunque, in uno degli appuntamenti più attesi per il vino a Roma. Vinòforum, infatti, giunto alla nona edizione, si conferma con i suoi 43.000 visitatori un momento importante di promozione e di comunicazione del comparto enologico italiano. Nei 10.000 mq di spazi espositivi ci sarà spazio per degustare una selezione di produttori biologici e biodinamici per poter così scoprire il gusto, le evoluzioni, le interpretazioni territoriali all’insegna del bere naturale in uno stand dedicato, quello Berebio, appunto, curato dalla Wine Dreamers.

 “Vinòforum rappresenta una vetrina di assoluta eccellenza - ha dichiarato Andrea Di Curzio della Wine Dreamers e organizzatore dell’area Berebio - per questo stiamo selezionando i 25 produttori che rappresentano la vitalità di un comparto come quello Bio, che sta facendo registrare numeri in crescita, nonostante la crisi. Berebio è un progetto che vuole dare visibilità al grande lavoro svolto dai produttori in questi anni e metterli in contatto con gli operatori romani, sempre più attenti a questo tipo di prodotti”. Sono oltre 15.000, infatti, gli operatori che verranno invitati ad assaggiare i vini selezionati per Berebio, che potranno così testare direttamente il livello qualitativo raggiunto da prodotti che ormai hanno consolidato la propria eccellenza, attraverso note peculiari che rappresentano un assoluto valore aggiunto e che incuriosisce sempre di più buyer e consumatori.

(Giacomo Gallo)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER