La pasta italiana patrimonio dell'umanita'

Per noi italiani è del tutto naturale, ma un buon piatto di pasta è quello che ci invidiano nel mondo, pasta è sinonimo di tricolore e di Italia. La pasta fatta in casa poi è in via di estinzione per questo recuperiamo le nostre antiche ricette e impariamo a farla anche tra le mura domestiche

W la pasta, anzi no, come cantava Rita Pavone:  Viva la pappappappa col popopopopopopomodoro. W la pappa, pappa... Ricordate? Il ritornello cantato dalla ’birichina’ Rita Pavone risuona spesso nella nostra testa e più spesso anche nella nostra pancia! All’ora di pranzo specialmente. Per noi italiani è del tutto naturale un buon piatto di pasta, magari al dente, evitando di scuocerla, ma nel mondo - sappiate - che ci guardano con vera invidia. Un piatto su quattro nel pianeta è italiano, siamo il primo produttore di pasta nel globo, pasta è sinonimo di Italia e tricolore. Tutto merito della semola di grano duro e dell’acqua, che sono gli elementi alla base della pasta. Ma la pasta così come si faceva un tempo, fatta in casa è in via di estinzione e andrebbe dichiarata anche questa ’patrimonio dell’umanità’ prima che sia troppo tardi. Recuperiamo le nostre vecchie antiche ricette, non blocchiamo la tradizione e continuiamo a cantare come qualche anno fa faceva Rita Pavone: Viva la pappappappa col popopopopopopomodoro. (mig)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER