Viaggio nelle spezie. Dalla A alla Z /2

Continua il viaggio di Ecoseven.net nel mondo delle spezie e delle erbe aromatiche, oggi è la volta della camomilla, della cannella, e poi capelvenere, chiodi di garofano, cicoria, criandolo e crescione. Scopri le qualità e le proprietà di ogni singola spezia e il buon uso che se ne può fare in cucina e non solo ...

 Glossario erbe e spezie aromatiche , camomilla

Camomilla Tutti la conoscono, tutti ne conoscono le proprietà tranquillanti che ne fanno un blando sedativo nervoso. Sotto forma di estratto in capsule queste proprietà si accentuano , e la camomilla può diventare un buon sonnifero o aiutare a calmare i dolori mestruali. 

Glossario erbe e spezie aromatiche, cannella

Cannella Tutti conoscono la cannella, non tutti sanno che quella originale è piuttosto rara e viene prodotta quasi esclusivamente a Celyon, ovvero nello Sri Lanka. Esistono piante che producono una corteccia molto simile alla cannella sopratutto in Cina. In genere la vera cannella si riconosce dal fatto che le sue foglie sono molto sottili ed avvolte insieme. Molto simile alla cannella è la cassia, che ha un aroma più pungente e viene usata per la preparazione di carni piccanti, mentre in genere la cannella si usa per aromatizzare dolci o liquori. Va conservata in vasi di vetro ben chiusi e protetti dall’umidità. E’ preziosa anche per il suo olio essenziale medicamentoso: ha un potere battericida superiore a quello di molti prodotti medicinali, proprietà comune a molte spezie. 

Glossario erbe e spezie aromatiche , capelvenere

Capelvenere Si trova facilmente sui muri umidi ed ombrosi. Da secoli viene usata per curare il catarro e la raucedine. L’infuso di capelvenere mescolato in parti uguali con miele è molto efficace per gli abbassamenti di voce. Si racconta che il grande Caruso e molti altri grandi cantanti facevano gargarismi di capelvenere prima di entrare in scena. Il decotto si usa, abbinato in genere all’ortica e alla bardana, per frizionare il cuoio capelluto allo scopo di fermare la caduta dei capelli. 

Glossario erbe e spezie aromatiche , chiodi di garofano

Chiodi di garofano è una delle spezie più note, si produce sopratutto a Zanzibar e nelle Indie occidentali. E’ costituita dai germogli ancora chiusi di una pianta alta fra gli otto e i dieci metri, quindi nulla a che fare con i garofani che si producono dalle nostre parti. Il commercio dei chiodi di garofano ha costituito per secoli la base del monopolio di Olanda e Portogallo, è uno dei pilastri del loro sviluppo economico e coloniale. I chiodi di garofano, raccolti prima che si schiudano e seccati al sole per pochi giorni, sono ricchissimi di un olio essenziale molto profumato e vengono usati in mille modi: dalla frutta cotta al vin brulè, dal coq au vin alla lepre in salmì.

Glossario erbe e spezie aromatiche , cicoria

Cicoria Tutti la conoscono, cresce dappertutto e si riconosce per i fiori celesti sugli esili rami quasi privi di foglie. Si usano sopratutto le radici, che quasi sempre compongono le tisane stimolatrici della funzione epatica. Le radici torrefatte servono a fare, com’è noto, un surrogato del caffè, dal sapore abbastanza gradevole e che sopratutto eliminerebbe gli inconvenienti della caffeina, ma purtroppo legato ad un periodo storico di rinunce e sacrifici, per cui è diventato il simbolo di quello che il principe De Curtis, in arte Totò, definiva "ciofeca". 

Glossario erbe e spezie aromatiche , coriandolo

Coriandolo Pianta mediterranea, parente del prezzemolo, è una spezia molto antica e tuttavia oggi in disuso. E’ molto usata nella cucina greca ed araba per insaporire piatti a base di ortaggi. I semi tondi, simili ai granelli di pepe, sono alla base del curry e si usano per aromatizzare i piatti di carne e dolci.Utili per combattere l’insonnia, l’ansia e l’infiammazione delle mucose. Favorisce la digestione, aiuta ad eliminare i gas intestinali, attenua i crampi addominali. Uso esterno: per tagli e sbucciature di lieve entità, utilizzata nell’impiego delle pomate e negli oli da massaggio.
 

Glossario erbe e spezie aromatiche, crescione

Crescione Cresce nei luoghi umidi ed è facile coltivarlo in casa in un semplice germinatore. Si usa fresco, è molto ricco di elementi minerali, fa diminuire il tasso glicemico (quindi si consiglia ai diabetici). Il succo di crescione si usa per massaggiare il cuoio capelluto perchè aiuta a combattere la caduta dei capelli. Il composto spesso viene mescolato con ortica e bardana, che hanno proprietà simili.(m.c.a.)
 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER