Meno sale a tavola, per tenere sotto controllo la Sclerosi multipla

Diminuire la quantità di sale o eliminare proprio questo ingrediente dalla dieta permette di tenere sotto controllo la Sclerosi Multipla

 

La sclerosi multipla si previene anche a tavola. Basta diminuire la quantità di sale o eliminare proprio questo ingrediente dalla dieta per tenere sotto controllo l’evoluzione della malattia. A dirlo è uno uno studio dell'Istituto di ricerca in neurologia di Buenos Aires, in collaborazione con l'università Harvard, pubblicato Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry.

Gli esperti, coordinati da Mauricio Farez di Buenos Aires e da Francisco Quintana di Harvard, hanno seguito per due anni 70 malati, osservando meticolosamente il consumo di sale in relazione ai sintomi, allo sviluppo della patologia e ai risultati delle Risonanze magnetiche. I risultati hanno mostrato che ‘che i pazienti che consumavano una quantità moderata (da 2 a 4 grammi al giorno) o elevata (dai 4,8 grammi) di sale avevano una malattia più 'attiva' rispetto a chi assumeva meno di due grammi al giorno’, ha spiegato Farez in un'intervista al quotidiano francese Le Figaro.

 

Per misurare l'assunzione di sale i ricercatori si sono basati sui valori di sodio rilevati nell'urina. I dati hanno dimostrato che il rischio di ricadute aumentavano di tre volte nel consumo moderato e di 4 oltre i 4,8 grammi al giorno.

gc

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER