Lo spreco di cibo vale oltre 2miliardi

Ogni anno lo spreco di cibo costa al Mondo una volta e un terzo l'intero PIL italiano, oltre due miliardi

 

Lo spreco di cibo vale ogni anno una volta e un terzo l'intero PIL italiano, ovvero 2.060 miliardi (PIL 2013: 1.560 miliardi). A denunciarlo è l'agro-economista Andrea Segrè, precisando che si tratta di dati FAO emersi nell'ultimo studio Food Wastage footprint, realizzato in occasione della Giornata Mondiale dell'Alimentazione che si tiene giovedì 16 ottobre. ‘Costi che includono la filiera dello spreco: dal residuo in campo alla produzione e distribuzione, allo spreco domestico. Un circolo che ci porta a pagare un conto salato al pianeta. Ogni anno il 30% della produzione mondiale di cibo va sprecata e il solo valore commerciale di questo spreco supera i mille miliardi euro’, spiega Andrea Segrè .

lo spreco di cibo non è solo un alimento buttato, ma è sfruttamento inutile delle risorse, inquinamento generato dallo spreco, costi per cambiamenti climatici e inquinamento delle falde acquifere, inclusi costi per conflitti nel mondo per controllo delle risorse naturali e fondi pubblici per la produzione di cibo che non raggiungerà le tavole.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER