Gelato che passione! La spesa in estate sara' di circa 2,5 miliardi di euro

La Coldiretti ha presentato le stime sul consumo di gelato per l’estate del 2011: ogni italiano mangerà circa 6 chilogrammi di gelato e potrà scegliere su moltissimi gusti. Anche davvero curiosi: latte d’asina, polenta o grana padano

Una spesa che presenta cifre da capogiro: 2,5 miliardi di euro. Numeri che parlano e spiegano, nel migliore dei modi, la passione degli italiani per il gelato artigianale. Un prodotto fresco, genuino, per cui il nostro Paese – come peraltro per tante altre eccellenze – è famoso nel mondo: per quest’estate verranno consumati – stima la Coldiretti – coni e coppette per un valore di 5 mila miliardi delle vecchie lire. Per la felicità delle oltre 36 mila gelaterie sparse su tutto il territorio nazionale, oltre alla novità costituita dalle “agrigelaterie”, esercizi commerciali che garantiscono una linea diretta e “a chilometro zero” tra la fattoria dove viene prodotto il latte e il gelato venduto al consumatore. Moltissimi saranno gli stranieri che arriveranno nel nostro Paese con la dichiarata voglia di fare scorpacciate di coni e coppette, anche grazie alla preziosa opera di promozione del gelato italiano nel mondo. Coldiretti ha stimato anche che ogni italiano mangerà circa 6 chilogrammi di gelato, dai più gusti più disparati e curiosi: quest’anno tra le novità c’è quello al latte d’asina o quello – appunto – distribuito dalle agrigelaterie direttamente dalla stalla alla coppetta. I gusti più gettonati restano quelli storici: il cioccolato, la nocciola, il limone, la fragola, la crema e la stracciatella. Ma si registra, tra gli oltre 600 gusti offerti sul mercato, anche una tendenza verso quelli locali ottenuti da prodotti caratteristici del territorio dalle fragole al cocomero, dalle nocciole all’aceto balsamico, ma anche alla polenta, al grana padano e al vino.  (Giacomo Gallo)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER