E’ la Giornata Mondiale dell’Alimentazione. Azzeriamo gli sprechi

Oggi e’ la Giornata Mondiale dell’Alimentazione, occasione per impegnarsi seriamente contro lo spreco di cibo

 

Oggi è la Giornata Mondiale dell’Alimentazione, una giornata in cui ridare il giusto valore al cibo, evitando gli sprechi. Ma anche un’occasione in cui impegnarsi a mangiare sano e adottare una dieta equilibrata, limitando il cibo spazzatura, causa di sovrappeso e obesità. Nonostante la crisi (e a volte proprio a causa di questa) gli italiani portano sulle loro tavole cibi poco sani, magari già pronti e cucinati da altri, pieni di creme, grassi e conservanti. E spesso, una parte di quello che portiamo in tavola, viene cestinato.

Gli italiani, tutti gli Europei e il mondo Occidentale sprecano ancora troppo. Si spreca sul campo di lavoro agricolo, si spreca nelle industrie che lavorano il prodotto e nei mercati che lo vendono e si spreca a tavola. Last Minute Market, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2013 ha fornito qualche numero sull’Italia. Nel 2012, il 2,47% della produzione agricola italiana non è stata raccolta, pari a 12.466.034 quintali di prodotti. Nell’industria lo spreco medio ammonta al 2,6% della produzione finale totale, 2.036.430 tonnellate di prodotti alimentari. E in casa, ogni anno, lo spreco è pari a 8,7 miliardi di euro: una cifra vertiginosa, che deriva dallo spreco settimanale medio di circa 213 grammi di cibo gettato al costo di 7,06 euro settimanali a famiglia.

Lo spreco di cibo preoccupa istituzioni e famiglie. Ed è per questo che in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, si terrà a partire dalle 14.00, il dibattito ‘Perdite e sprechi alimentari globali: dalla riduzione alla prevenzione per un sistema alimentare sostenibile’, organizzato dal Ministero degli Affari Esteri - Cooperazione Italiana allo Sviluppo presso la sede centrale della Fao, a Roma.

 

Un altro appuntamento da non perdere è ‘Primo non sprecare’, dalle 18 alle 22, all’interno di Eataly, nei pressi della Stazione Ostiense. ‘Primo non sprecare’ nasce dal format di Last Minute Market, che propone pranzi e cene con cibi di recupero dalle eccedenze della filiera agroalimentare e prodotti agroalimentari a chilometri zero

gc

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER