Dieci punti chiave: la Commissione europea vara la riforma della Pac

La Commissione europea ha presentato la proposta di riforma della Politica agricola comune: ricerca, innovazione, eco sostenibilità. Ma anche riduzione sensibile dei finanziamenti diretti

Ricerca, innovazione, incentivi ai giovani e eco sostenibilità. Sono questi alcuni dei punti chiave della proposta di riforma della PAC, la Politica Agricola Comune, presentata oggi dalla Commissione europea all’Europarlamento di Bruxelles. La proposta si snoda attraverso dieci punti ed è stata studiata, ha precisato il commissario Ue all’Agricoltura, Dacian Ciolos, per “creare un nuovo partenariato tra l’Europa e gli agricoltori”. Si punta al 2014, anno di riferimento in cui tutte le nuove misure entreranno in vigore per sostituire le precedenti.

La Commissione Ue, però, potrebbe aver dato un dispiacere al nostro Paese visto che uno dei concetti chiave per gli aiuti diretti agli agricoltori sarà quello della superficie aziendale: in pratica, chi avrà più spazio occupato da aziende e terreni avrà maggiori contributi. L’Italia, con il ministero dell’Agricoltura, chiedeva invece di tutelare la qualità del lavoro degli agricoltori, rispetto alla effettiva superficie lavorata. Naturalmente si tratta di una proposta che subirà modifiche nel corso del suo iter, ma per ora il testo parla chiaro.

Nel documento si fa inoltre riferimento a una serie di punti programmatici, in tutto dieci: 1) aiuti al reddito più mirati per dinamizzare la crescita e l’occupazione; 2) strumenti di gestione delle crisi più reattivi e adeguati alle nuove sfide economiche; 3) un pagamento ’verde’ per conservare la produttività a lungo termine e tutelare gli ecosistemi; 4) ulteriori finanziamenti per la ricerca e l’innovazione; 5) una filiera alimentare più competitiva ed equilibrata; 6) incoraggiare le iniziative agroambientali; 7) facilitare l’insediamento dei giovani agricoltori; 8) stimolare l’occupazione rurale e lo spirito d’impresa; 9) maggiore attenzione alle zone fragili; 10) una PAC più semplice ed efficace.

Giacomo Gallo


 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER