Cosa mangeranno gli italiani a Ferragosto quest'anno

Il pranzo del 15 agosto di quest’anno sarà dominato dal pollo: alla brace, alla cacciatora o in padella, la carne bianca sarà la più gradita dagli italiani. Secondo la Cia, 3 milioni di italiani se ne andranno dalle città per passare una giornata in campagna

 

Si avvicina il 15 di agosto e gli italiani, come da tradizione, si rovesceranno in massa nelle campagne, sui prati oppure sulle spiagge per il pranzo di Ferragosto. Circa tre milioni di persone sceglieranno accuratamente il posto, si porteranno dietro cibo e bevande e trascorreranno all’aria aperta l’intera giornata, in relax e a stretto contatto con la natura.

 

Per il menù di quest’anno il grande protagonista sarà il pollo: presenza fissa sulle tavole degli italiani, la carne bianca alla brace, alla cacciatora oppure sfumata in pentola con il vino bianco sarà d’obbligo. La Cia, Conferedazione italiana agricoltori, ha stimato che se ne consumeranno più di 350.000 pezzi, in diverse ricette che cambieranno da Nord a Sud. Nel Mezzogiorno, quindi, capiterà anche di celebrare il 15 agosto cucinando pesce e crostacei. Per il primo piatto trionfa un po’ ovunque la pasta all’uovo, “declinata” in specialità tipiche a seconda della Regione di riferimento: dai cannelloni alle lasagne, dagli agnolotti alle fettuccine.

 

Per quanto riguarda i contorni che verranno maggiormente consumati: insalata verde o mista con pomodori, condita con un filo di olio extravergine d’oliva, sale e una goccia di aceto, sempre più spesso balsamico. Non mancheranno le patate al forno, un “evergreen” sulle tavole italiane. Il vino più richiesto per l’occasione sarà il bianco. Infatti le aziende agrituristiche e le osterie si sono mosse in anticipo e ne hanno messe in fresco circa 220.000 bottiglie, pronte a integrarle con il rosso e con la mescita dello sfuso dalle botti. Infine frutta e dolce: a farla da padrone saranno fichi, uva, pesche, susine, albicocche e pere, oltre ad angurie e meloni tenuti in fresco sotto abbondante acqua corrente; mentre per il dessert si punterà sulle crostate di frutta e marmellate. (Giacomo Gallo)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER