A Taste of Roma si misura la sostenibilità dello chef

 

 

Nella kermesse dedicata all'alta cucina, in programma nella Capitale dal 18 al 21 settembre, grande spazio alla valutazione di impatto ambientale delle portate preparate dai 12 cuochi stellati

 

 

Sarà all'insegna dei cibi sostenibili la nuova edizione di Taste of Roma, la food kermesse in programma quest'anno dal 18 al 21 settembre nei giardini pensili dell'Auditorium Parco della Musica di Roma www.tasteofroma.it Quest'anno infatti, le 36 portate create dai 12 chef stellati sono state sottoposte ad una rigida valutazione di impatto ambientale, nel senso che è stata calcolata la quantità di CO2 emessa per la loro realizzazione, la quantità di acqua utilizzata e la provenienza degli ingredienti. Con la collaborazione di Cloros, società specializzata in servizi alle aziende dedicati alla sostenibilità, gli chef hanno dovuto rispondere alle seguenti domande Come si coltivano gli ingredienti? Come e quanto si trasportano gli ingredienti? Come si trasformano gli ingredienti? Come si cucinano gli ingredienti? In ogni menù poi sarà presente almeno un piatto 'sostenibile'. Dal tagliolino total white, ai Ravioli di maiale, cipolla di Tropea, spuma di mozzarella di bufala e così via.

 

La grande cucina avrà prezzi abbordabili: ogni piatto costerà fra i 4 e i 6 euro. La manifestazione prevede anche eventi per bambini dedicati all'educazione alimentare, alla sana alimentazione e laboratori di cucina.

 

as

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER