ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Giornalismo: da Barbara Palombelli a Giovanni Tizian, svelati i vincitori del Premiolino (2)-Giornalismo: da Barbara Palombelli a Giovanni Tizian, svelati i vincitori del Premiolino (4)-Roma: strage Ardea, al via oggi autopsie, esame tossicologico per killer-**Covid: su 'Speranza capitano' è scontro social Meloni-Bersani'**-Caso Marò: Letta, 'notizia che aspettavamo da tempo, finalmente'-Tv: Martorelli (Rai), 'storia Italia arma vincente per fiction internazionali'-Covid Valle d'Aosta, oggi 3 contagi: bollettino 15 giugno-De Luca: "Stop Johnson & Johnson e AstraZeneca a under 60"-Caso Marò: Rosato, 'premiato grande lavoro diplomazia italiana'-Variante Delta Lombardia, Fontana: "Serve molta attenzione"-Arte: Sgarbi, 'quadri De Dominicis falsi? E' una totale invenzione, sono suoi capolavori-Arte: Sgarbi, 'quadri De Dominicis falsi? E' una totale invenzione, sono suoi capolavori (2)-**Quirinale: Mattarella in visita di Stato in Francia, 5 luglio vede Macron**-Quirinale: Mattarella in visita di Stato in Francia, 5 luglio vede Macron (2)-Caso Marò: Vito, 'dopo tanti anni penoso attribuire meriti a ministri'-Caso Marò: Ronzulli, 'ora ritrovino serenità a lungo negata'-Caso marò: difensore Latorre, ‘presto davanti a pm Roma, piena fiducia’-AstraZeneca, combinazione anticorpi non centra obiettivo-Innovazione: arriva White Paper su Intelligenza Artificiale, nel 2030 varrà 15.700 mld dollari (2)-Innovazione: arriva White Paper su Intelligenza Artificiale, nel 2030 varrà 15.700 mld dollari (3)
automobili

Le automobili fanno ingrassare

Condividi questo articolo:

automobili

Uno studio cinese afferma che possedere una macchina fa male alla salute.

In realtà, è molto intuitivo il ragionamento che spiega che il trasporto attivo fa bene alla salute e stare seduti dentro un’automobile no, ma per capire davvero in che modo l’aumento di peso sia legato alla passività del trasporto e quanto la personalità del proprietario della macchina influisca sulle conseguenze del possederla, è arrivato uno studio cinese, pubblicato sul British Medical Journal.

Si tratta di uno studio randomizzato, che si intitola: «Attività fisica e peso in seguito alla proprietà delle auto a Pechino, in Cina: uno studio trasversale, quasi sperimentale», e che è legato alla pratica cinese del rilascio delle nuove autorizzazioni per la circolazione di un automobile che, a Pechino, dal 2011, è stato limitato per controllare la congestione e funziona come una lotteria.

Ogni mese, quindi, qualcuno può vincere l’autorizzazione in maniera completamente causale.

Seguendo questa casualità, i ricercatori hanno potuto tracciare ciò che è accaduto a vincitori e perdenti nell’arco di cinque anni.

Come prevedibile, i vincitori hanno camminato o pedalato molto meno dei perdenti, il 42% in meno dopo cinque anni, con una media di 24,18 minuti al giorno in meno.

In cinque anni il loro peso è aumentato, in media 5,2 kg per le persone di età inferiore ai 40 anni e 10,34 kg per le persone di età superiore ai 50 anni.

Come ha spiegato The Globe and Mail, questi risultati, legati alla randomizzazione di partenza, hanno finalmente spiegato che è l’auto, e non la persona che la sceglie, a essere responsabile del degrado della salute, che è quindi indipendente dalla personalità di chi usufruisce di questo mezzo per muoversi.

I governi dovrebbero fare un serio ragionamento su questi dati per capire quali modi si possono utilizzare per far uscire le persone dalle macchine, invece di farcele entrare, perché potrebbero agire davvero solo su questo per cambiare le cose.

Questo articolo è stato letto 27 volte.

aumento peso, Camminare, macchine, pedalare, trasporto attivo

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net