Italia Paese del cibo sano. O forse no?

L'ultimo rapporto dell'Oxfam che ha lanciato oggi il Good Enough to Eat Index, vede l’Italia solo all’8° posto tra i Paesi dove si mangia sano e si garantisce l’accesso al cibo a tutti

In Italia, Paese conosciuto per la dieta Mediterranea e per i sapori genuini, si mangia meno bene di quanto si pensa. A dirlo è l'ultimo rapporto dell'Oxfam che ha lanciato oggi il Good Enough to Eat Index, un indice globale sull'alimentazione che confronta i dati di 125 paesi e analizza come affrontano la sfida di garantire una alimentazione ricca, nutriente, sana e accessibile a tutti i propri abitanti.

Si mangia bene e sano soprattutto in Olanda, Paese che si piazza al ° posto della classifica, subito davanti a Francia e Svizzera. L’Italia si piazza solo all’8° posto, deludendo le aspettative. A chiudere la classifica è il Ciad, appena sotto Etiopia e Angola. Il rapporto evidenzia come anche in un Paese economicamente sviluppato non sia facile garantire equamente l'accesso a cibo sano e nutriente.

La classifica sul mangiare sano prende in considerazione la qualità degli alimenti, l'accessibilità, la presenza di una dieta salutare e si domanda quanti abbiano a disposizione una quantità di cibo sufficiente. ‘Oxfam ha elaborato questo indice per evidenziare i problemi che si affrontano per nutrirsi in modo sano e adeguato nelle più diverse parti del mondo. Il Good Enou0gh to Eat Index dimostra che, a livello globale, nonostante ci sia cibo a sufficienza per tutti, la possibilità di avere cibo salutare a sufficienza e a prezzi abbordabili non è così diffusa nel mondo. C'è ancora molto da fare per garantire che tutti siano in grado di mangiare in modo sano’, afferma Winnie Byanyima, Direttrice di Oxfam International.

gc

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER