Cina, nuove misure per la sicurezza alimentare

La Cina vara nuove misure per garantire la sicurezza alimentare. E’ stata potenziata la supervisione e sono state previste pene severe ai trasgressori

In Cina sono state predisposte nuove misure a sostegno della sicurezza alimentare. Il Consiglio di Stato ha potenziato i controlli in campo alimentare e previsto sanzioni severe per i trasgressori. L'idea e' quella di rafforzare la vigilanza attraverso la creazione di un meccanismo efficace che copra tutti i livelli della filiera e di avviare un rigido sistema di ritiro di cibi 'difettosi', finalizzato alla loro distruzione. Leggi e regolamenti dovranno essere revisionati per incrementare i costi a carico dei trasgressori: è previsto un rafforzamento della responsabilità delle imprese dell'industria del cibo e una semplificazione degli attuali standard di sicurezza.

Per garantire una maggiore sicurezza alimentare, la Cina stabilirà anche forme di credito per le aziende che rilasceranno informazioni sulla qualità del prodotto. Nel 2011 la Cina ha vissuto diversi scandali alimentari. Alcuni ristoranti, per esempio, servivano pietanze cucinate con 'gutter oil', un olio illegale a fini alimentari derivante da rifiuti di cucina, grassi di animali decomposti e organi provenienti da macelli. Le nuove misure di sicurezza sono il primo passo per far riacquistare fiducia nei prodotti e nei ristoratori cinesi.

 

(gc)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER