Frutta fresca, il Ministero dell'Agricoltura ti offre le pesche in spiaggia

Presentata la campagna estiva di promozione del consumo di pesche: coinvolte le località balneari di quattro Regioni, dove saranno distribuiti gratuitamente i frutti ai bagnanti. Il progetto nasce su impulso del Ministero delle Politiche agricole, in collaborazione con i Consorzi di produzione

Uno spuntino a base di pesche, sotto l’ombrellone, mentre si è sdraiati in spiaggia in totale relax. Gratis. Diventerà realtà sui litorali di quattro Regioni, Emilia Romagna, Veneto, Lazio e Sicilia, grazie alla campagna promozionale “Pesche in spiaggia”, ideata dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e organizzata sul territorio dalle Capitanerie di porto – Guardia costiera insieme a diversi Consorzi di produzione di pesche e al CSO - Centro Servizi Ortofrutticoli società cooperativa. In pratica, nei fine settimana di agosto, a partire da quello del 13 e 14 agosto (prima tappa in Emilia Romagna, 20-21 in Veneto e Lazio, 27-28 in Sicilia) sulle spiagge di località come Cesenatico, Milano Marittima, Cervia, Rosolina Mare, Jesolo, Peschiera, Ostia Lido, Fregene, Taormina, Catania, Palermo verranno distribuite pesche ai bagnanti. Diversi gli obiettivi dell’iniziativa: valorizzare e promuovere il consumo di frutta estiva, a livello nazionale, in particolar modo pesche e nettarine anche a denominazione protetta, spingere i cittadini al consumo di frutta soprattutto durante l’estate, mettere a tacere gli allarmi causati dal batterio killer che ha danneggiato il mercato ortofrutticolo italiano. “Con “Pesche in spiaggia” raggiungeremo un bacino di oltre mezzo milione di persone e sarà così l’avvio di un progetto che vogliamo consolidare e ripetere con frequenza” ha annunciato il Ministro, Saverio Romano, presentando l’iniziativa. (Giacomo Gallo)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER