Agricoltura: no mais Ogm in Italia, firmato il decreto

E’ stato firmato il decreto interministeriale che vieta in modo esclusivo la coltivazione di mais geneticamente modificato sul territorio italiano

In Italia non ci saranno coltivazioni Ogm, ovvero niente verdura e frutta geneticamente modificata.  Il ministro delle Politiche agricole alimentari Nunzia De Girolamo ha firmato, con i ministri della Salute Beatrice Lorenzin, e dell'Ambiente Andrea Orlando, il decreto interministeriale che vieta in modo esclusivo la coltivazione di mais geneticamente modificato MON810 sul territorio italiano.


Il divieto di coltivazione sul territorio italiano del mais Ogm nasce ‘dalla preoccupazione sollevata da uno studio del Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura, consolidata da un recentissimo approfondimento tecnico scientifico dell'Istituto Superiore per la protezione e la ricerca ambientale, che ne evidenzia l'impatto negativo sulla biodiversità, non escludendo rischi su organismi acquatici, peraltro già evidenziati da un parere dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare reso nel dicembre 2011’, afferma il Ministro Nunzia De Girolamo .

Il divieto di coltivazione sul territorio italiano del mais Ogm ‘è un provvedimento che tutela la nostra specificità, che salvaguarda l'Italia dall'omologazione. La nostra agricoltura si basa sulla biodiversità, sulla qualità e su queste dobbiamo continuare a puntare, senza avventure che anche dal punto di vista economico non ci vedrebbero competitivi. Il decreto di oggi è solo il primo elemento, quello più urgente, di una serie di ulteriori iniziative, con le quali definiremo un nuovo assetto nella materia della coltivazione di Ogm nel nostro Paese'.

(gc)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER