Illuminare con il cuore

Nevada: una ipnotizzante installazione di luci è alimentata dal battito cardiaco collettivo dei visitatori

WhatsApp Share

L'artista Pablo González Vargas ha creato un'imponente installazione luminosa che reagisce al battito cardiaco collettivo dei suoi spettatori. Ilumina è una scultura artistica alta più di 11 metri che invita gli spettatori a collegarsi a un monitor cardiaco e a meditare mentre si siedono a guardare la torre. Quando i battiti del cuore degli spettatori iniziano a fondersi in un unico battito cardiaco che dà forza all'installazione, le luci della torre iniziano a brillare risalendo sulla struttura man mano, sempre più in alto, e dando vita a una luce maestosa e vibrante.

Lavorando con il motto «Noi siamo tutti connessi. Noi siamo l'Universo», Ilumina – che è stata presentata quest'anno, in un debutto al festival Burning Man che si svolge ogni anno in Nevada – invita lo spettatore a connettersi con lo spettatore che gli è di fianco e quello che gli è di fianco con quello dopo, tutti, l'uno con l'altro, fino a connettersi con l'universo.
Una serie di poltrone hi-tech circondano l'immensa installazione artistica: una volta che ci si è seduti, ogni partecipante è invitato a collegare il cardiofrequenzimetro al lobo del proprio orecchio mentre si unisce agli altri in un esercizio di meditazione che dura tre minuti.

Utilizzando una tecnologia algoritmica unica, i singoli ritmi cardiaci vengono misurati per trovare uno stato di coerenza collettivo; solo a quel punto, le luci e la musica iniziano a reagire.