Le batterie del futuro saranno più economiche e più leggere

Degli ingegneri del Texas hanno sviluppato nuovi materiali per migliorare le batterie agli ioni di litio

WhatsApp Share

07 Dicembre 2017

I ricercatori della Cockrell School of Engineering della University of Texas di Austin hanno scoperto una famiglia di materiali anodici che possono raddoppiare la capacità di carica degli anodi delle batterie agli ioni di litio. Si tratta di una svolta davvero molto interessante visto che potrebbe aprire le porte del futuro a delle batterie più economiche, più piccole e più leggere.

Quello che succede nelle batterie agli ioni di litio è che l'energia viene immagazzinata mediante il passaggio di litio tra due elettrodi realizzati con materiali conduttori che generano la corrente elettrica che fa funzionare le batterie. Questi nuovi materiali innovativi per gli elettrodi promettono miglioramenti significativi delle prestazioni e sono stati al centro di una vasta ricerca scientifica e energetica per decenni.

Negli ultimi tempi, il settore di sviluppo e ricerca nell'ambito dello stoccaggio di energia sta producendo dei potenziali progressi davvero molto affascinanti e, nell'ultimo anno, per quanto riguarda le batterie agli ioni di litio, non ci si è trovati solo di fronte a metodologie che aiutano a ridurre immediatamente i costi di immagazzinamento, ma anche a prospettive che danno altre possibilità lungo la loro strada.

E infatti, quest'ultima ricerca della University of Texas dimostra che si possono esaminare e produrre miglioramenti nelle prestazioni delle batterie agli ioni di litio, utilizzando quello che viene definito un approccio «top down» per la produzione di materiali anodici, ovvero un metodo che parte da una visione più generale per poi raffinarsi attraverso la disamina dei dettagli e che quindi è «poco costoso e scalabile».

Fatta questa scoperta, adesso i ricercatori intendono individuare modi per razionalizzare il processo produttivo dei nuovi materiali e renderli veramente esportabili nel mercato.