Il primo ponte stampato in 3D ad essere rinforzato con il cemento armato

Sta per essere installato in una città olandese il ponte sviluppato in 3D da una università di Eindhoven

WhatsApp Share

27 Novembre 2017

L'Università della Tecnologia di Eindhoven dispone di una grande stampante 3D che è in grado di produrre oggetti giganti e che, in questi giorni, sta finendo di creare il primo ponte rinforzato in cemento armato ad essere stampato in 3D. Il ponte sarà installato nella piccola città olandese di Gemert, e sarà il primo del suo genere grazie ad un'innovativa tecnica di stampa che riduce gli scarti.

Tecnicamente, è stata Madrid a introdurre il primo ponte stampato a livello mondiale all'inizio di quest'anno, ma il ponte di Gemert sarà costruito con un processo speciale che rinforza gli strati di calcestruzzo con i cavi d'acciaio quando vengono formati i blocchi. Questa tecnica, sviluppata da un team di ricercatori che lavora con il professore Teho Salat, specializzato in costruzioni in calcestruzzo, assicura che il calcestruzzo del ponte è stato «pre-stressato» per evitare la tipica tensione di trazione che si verifica nelle costruzioni di questo tipo.

Quindi, il calcestruzzo utilizzato per stampare il ponte, essendo più spesso del normale, conserva la forma in cui viene stampato: una cosa davvero importante perché significa che il calcestruzzo non viene sprecato. Siccome la produzione di calcestruzzo rilascia anidride carbonica, questa tecnica riduce non solo gli scarti ma anche l'inquinamento dell'ambiente. Inoltre, con la stampa 3D non è necessario l'uso della cassaforma, cosa che riduce ancora di più la quantità di materiali necessari per la costruzione.

Lavorando in collaborazione con la compagnia olandese BAM Infra, la squadra di ricercatori ha trascorso due mesi a stampare i pezzi che saranno poi fusi insieme per costruire il ponte.

È previsto che la struttura sarà installata a Gemert alla fine di settembre.