Dopo 17 anni, negli Usa torna l'invasione delle cicale

Le cicale, come ogni 17 anni, stanno per invadere la costa Est degli Usa. Questi insetti, fino a luglio, si infileranno ovunque, tra i capelli, nei bocchettoni dei ventilatori nelle ruote delle auto

WhatsApp Share

Le cicale tornano ad invadere l’America, puntali, come diciassette anni fa. La costa Est degli Usa si prepara all'invasione di questi rumorosi insetti: tra qualche giorno, massimo tra qualche settimana, dal suolo Americano emergeranno milioni di cicale, che lanceranno i loro segnali per prepararsi al rito dell'accoppiamento.


Le cicale tornano in America ogni 17 anni precisi e non mancano mai il loro appuntamento: scoperte nel 1843 e chiamate dagli americani ‘cicale magiche’, l’ultima volta che sono apparse negli Usa è stato il 1996.

L’invasione delle cicale, anche se puntuale e per questo ‘magica’, sarà comunque molto fastidiosa per gli abitanti della costa Est degli Stati Uniti. Questi insetti si infilano tra i capelli, nelle ruote delle auto, nei bocchettoni dei ventilatori, ovunque. Nonostante il loro rumore e il fastidio, però, assicurano gli esperti, non sono pericolose: non mangiano i raccolti e non pungono.

L’invasione delle cicale si dovrebbe concludere a fine luglio: questi insetti escono allo scoperto, lanciano i richiami cacofonici per l'accoppiamento e dopo aver deposto le uova, ritornano in profondità.

(gc)