Vitamina B12 e cervello

La carenza di vitamina B12 potrebbe essere legata a una compromissione dello sviluppo del cervello

WhatsApp Share

Secondo una recente ricerca norvegese, avere bassi livelli di vitamina B12 nella prima parte della vita può causare una compromissione dello sviluppo del cervello nei bambini.

Gli esperti del'Uni Research di Bergen, in Norvegia, hanno esaminato i campioni di sangue di 500 bambini, scoprendo che i bambini con bassi livelli di vitamina B12 avevano prestazioni peggiori nell'interpretazione delle emozioni, nella risoluzione degli enigmi e nel riconoscimento delle lettere.

"I nostri risultati dimostrano chiaramente un'associazione tra lo stato della vitamina B12 e diverse misure dello sviluppo e del funzionamento cognitivo, come, ad esempio, la capacità di interpretare figure geometriche complesse e la capacità di riconoscere le emozioni degli altri bambini.", ha affermato la ricercatrice Ingrid Kvestad.

Altre ricerche hanno collegato la carenza di vitamina B12 a una scarsa funzionalità cerebrale nei bambini. Uno studio del 2015 ha rivelato che la mancanza di questa sostanza nutritiva può influenzare negativamente la memoria, il ragionamento e l'intelligenza nei bambini in età scolare. Lo studio ha anche dimostrato che i bambini con bassi livelli di vitamina B12 erano significativamente più bassi rispetto agli altri.

Una meta-analisi pubblicata nel 2008 ha confermato che bassi livelli di vitamina B12, durante l'infanzia, possono causare condizioni come letargia, irritabilità e ritardo dello sviluppo.

Molti soffrono di carenza di vitamina B12, ma pochissimi ne sono consapevoli. Il nutriente è essenziale nella produzione di DNA e globuli rossi, così come per il sonno, per l'energia e per l'umore. Livelli inadeguati portano un invecchiamento accelerato e un declino cognitivo. Che fare? Controlli regolari e adottare, come sempre, una dieta sana.