Tabacco contro la poliomelite

Gli scienziati usano le piante di tabacco per produrre vaccini contro la polio

WhatsApp Share

01 Novembre 2017

Il tabacco è ovviamente guardato male da tutti, visti i danni che il fumo provoca alla nostra salute, eppure finalmente alcuni ricercatori sono riusciti a trovare un modo per rendere il tabacco un elemento positivo. Gli scienziati del John Innes Center di Norfolk, nel Regno Unito, hanno sviluppato una tecnica per infettare degli esemplari parenti della pianta del tabacco con un virus contenente il materiale genetico della polio in modo da produrre foglie da cui può essere estratto un vaccino contro questa malattia.

A quanto pare, la procedura è diretta, efficiente e a basso costo e può essere utilizzata anche per produrre vaccini contro minacce più recenti, come il virus zika o l'ebola.

Il team di scienziati ha sostanzialmente cercato di trasformare le piante del tabacco in fabbriche di vaccini: questi vaccini sono sostanzialmente particelle simili al virus delle malattie che vogliono combattere – in pratica sono dei gusci vuoti, esternamente identiche al virus della polio ma internamente libere dalle caratteristiche che potrebbero causare infezioni nell'uomo.
Negli esperimenti fatti sugli animali, i vaccini prodotti dal tabacco si sono dimostrati efficaci e l'analisi 3D delle immagini ha dimostrato che le particelle appaiono davvero identiche al virus della polio. I vaccini vegetali, inoltre, hanno anche un altro vantaggio rispetto ai vaccini tradizionali per la poliomelite perché la produzione di quest'ultimi porta un alto rischio di infezione, visto che utilizza grandi quantità di virus vivo.

Anche se questo studio è davvero molto interessante, i vaccini prodotti grazie alla piante di tabacco hanno ancora molta strada da fare prima di essere pronti per una distribuzione più ampia.
Di certo, i risultati iniziali sono impressionanti: ora si deve ottimizzare il sistema di formulazione vegetale e ci si deve spostare verso le sperimentazioni cliniche del nuovo vaccino per far sì che questa procedura diventi realtà.