L'ansia e le fratture

Per le donne, l'ansia può diventare un problema che entra letteralmente fin dentro le ossa

WhatsApp Share

Una nuova ricerca suggerisce alle donne anziane di stare molto attente all'ansia perché potrebbe peggiorare la loro salute ossea, provocandogli fratture. Lo studio, che è stato pubblicato sulla rivista «Menopause», si è basato su un'analisi che ha coinvolto quasi 200 donne italiane in postmenopausa e su ricerche precedenti che collegavano l'ansia a un rischio più elevato di malattie cardiache e problemi gastrointestinali.

È la prima volta che qualcuno collega queste due condizioni, lo ha spiegato l'autore dello studio, il dott. Antonino Catalano, esperto di medicina interna, metabolismo osseo e osteoporosi presso il Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell'Ospedale universitario di Messina.

Anche se lo studio ha dimostrato un collegamento e non un rapporto causa-effetto tra ansia e fratture, l'opinione dell'autore è che le donne ansiose abbiano maggiori probabilità di incorrere in cattive condizioni di salute, come il tabagismo o una dieta sbagliata, senza contare che gli effetti negativi degli ormoni dello stress sullo stato osseo possono essere considerati come una condizione che fa aumentare i rischi, così come il fatto che le donne che lottano con un grado elevato di ansia hanno livelli più bassi di vitamina D – già precedentemente associati ad un maggiore rischio di fratture.

I ricercatori hanno notato che l'osteoporosi è la malattia ossea metabolica più comune al mondo. Secondo le stime, il 33% delle donne e il 20% degli uomini soffriranno di una frattura legata all'osteoporosi a un certo punto della loro vita. Il team di ricerca ha anche osservato che il 7% della popolazione mondiale soffre di disturbi d'ansia. Per vedere come potevano intersecarsi i due problemi, si sono concentrati sui pazienti che frequentavano una clinica italiana per l'osteoporosi nel 2017, con una media di età di quasi 68 anni.

La speranza è che questi risultati incoraggino i medici a valutare anche i livelli di ansia tra le donne anziane per prevenire il rischio di fratture.