Donne:nel 2015, farà più vittime il cancro al polmone, che quello al seno

Aumenta l’incidenza dei tumori al polmone, mentre diminuisce quella al seno

WhatsApp Share

 

Non è più il cancro al seno. Quello che fa più paura alle donne, ora è il tumore al polmone, che all’interno del gentil sesso conta, per la prima volta, più vittime. Alto è il rischio di cancro al polmone soprattutto per le inglesi, più inclini al vizio del fumo.  Tra il 2009 e il 2015 l'incidenza dei decessi causati dalla neoplasia al polmone è destinata a salire del 9%, arrivando a 14,24 casi ogni  100mila abitanti. Al contrario, i tassi di mortalità per cancro al seno sono scesi a 10,2 ogni 100mila rispetto al precedente 14,22. Se però in base ai tassi di mortalità il tumore al polmone supererà  quello al seno, nel 2015 il totale dei decessi legati al primo - secondo le stime - saranno ancora inferiori (87.500) rispetto al secondo (90.800).

Le previsioni sono contenute in uno studio italiano, pubblicato su 'Annals of Oncology', firmato da Carlo La Vecchia, capo del Dipartimento di Epidemiologia dell'Istituto 'Mario Negri' di Milano, e Fabio Levi, dell'Universita di Losanna. Gli esperti hanno esaminato i tassi di mortalità dei principali tumori registrati in 28 stati membri dell'Ue, prevede che nel 2015 ci sarà un totale di 1.359.100 vittime per neoplasie (766.200 uomini e 592.900 donne).

 

‘Dobbiamo ancora essere cauti, perché si tratta di previsioni - avverte La Vecchia - i dati reali sui tassi di mortalità di quest'anno li avremo solo tra 3-4 anni. Tuttavia, le stime per il 2015 confermano una tendenza che avevamo già evidenziato due anni fa. Ovvero che nelle donne i tassi di mortalità per il cancro al polmone avrebbero superato quelli al seno’.

gc