Aspirina arma contro i tumori?

 

L'aspirina potrebbe essere una soluzione per combattere i tumori gastrointestinali

 

WhatsApp Share

 

 

Efficace contro dolore, infiammazione, febbre e prevenzione cardiovascolare, l'acido acetilsalicilico, l'aspirina per intenderci, potrebbe essere la giusta soluzione anche nella prevenzione dei tumori. I dati, in particolare, mostrano l'aspirina come medicina efficace per contrastare i tumori gastrointestinali (colon retto, esofago e stomaco).

 

 

Le buone speranze sono frutto di analisi retrospettive, condotte su studi dedicati alle patologie cardiovascolari, nei quali i pazienti assumevano il farmaco a lungo termine: l'analisi di 8 indagini condotte su 23.535 pazienti, pubblicata su “Lancet”, mostra una riduzione della mortalità per tumori del 34% dopo 5 anni e del 20% dopo 20 anni. La percentuale è più alta dopo dieci anni, soprattutto nel cancro del colon, del rene e della prostata.

 

'Al momento, però per l'aspirina a basso dosaggio gli Enti regolatori non hanno ancora approvato l'indicazione specifica alla prevenzione oncologica. Per questo è necessario realizzare studi su ampie popolazioni di pazienti, che forniscano evidenze in indagini effettuate sul campo. Grazie all'ampia banca dati Healthsearch, SIMG ha osservato in Italia, in modo retrospettivo, una grande quantità di pazienti che assumevano aspirina a basse dosi da oltre 5 anni per ragioni cardiovascolari, per valutare una possibile prevenzione oncologica. I dati preliminari, decisamente incoraggianti, sono in linea con le evidenze dalla letteratura internazionale' ha spiegato il dottor Claudio Cricelli, Presidente SIMG, Società Italiana di Medicina Generale.

gc