Cosa c'è fuori dal sistema solare?

Gli scienziati hanno trovato circa 100 esopianeti nella loro caccia alla vita nello spazio

WhatsApp Share

Oramai è noto che gli scienziati sono alla costante ricerca di pianeti simili alla Terra con potenzialità di sostenere la vita. È proprio durante una di queste ricerche che hanno scoperto circa 100 nuovi «pianeti extrasolari», un passo in avanti molto importante, che rivela nuovi pianeti che vanno da dimensioni più piccole di quelle della Terra a corpi celesti ancora più grandi di Giove.

Questo risultato è stato raggiunto da un gruppo internazionale di colleghi della University of Denmark, della NASA, della University of Tokyo e altre strutture.

I ricercatori hanno studiato le informazioni a partire dalla missione del telescopio Kepler K2, che mira a rintracciare i nuovi esopianeti attraverso l'universo. Per trovarli, gli scienziati usano un telescopio spaziale grazie al quale tracciano cali di luce causati dall'ombra di un esopianeta che passa davanti alla sua stella ospite.

L'autore principale Andrew Mayo, che lavora presso il National Space Institute, ha presentato i risultati sulla rivista «Astronomical Journal», rivelando di aver lavorato a questo progetto fin dal primo rilascio di dati nel 2014, quando i candidati ad esopianeti sconosciuti erano 275, di cui poi solo 149 si sono rivelati essere esopianeti reali. Alla fine, sono stati 95 i nuovi pianeti scoperte.

L'obiettivo rimane quello di rintracciare esopianeti rocciosi, abitabili, con dimensioni terrestri, che potrebbero essere in grado di sostenere la vita, ma anche quando non è così, anche quando si scoprono esopianeti inabitabili si sta comunque contribuendo a sviluppare una nuova immagine dell'universo oltre il nostro sistema solare, che ci permetterà di collocarci astronomicamente in un contesto molto più ampio.