Vycle, una bicicletta verticale

Potrebbe diventare un'alternativa agli ascensori, questa bici che si basa su un concetto di trasporto verticale a pedali che consente di risalire le pareti di un edificio

WhatsApp Share

Una studentessa del Royal College of Art (RCA) di Londra ha creato un nuovo tipo di bicicletta che si muove su e giù invece che avanti e indietro. Si chiama Vycle questo ascensore a pedali inventato da Elena Larriba, che ha spiegato di voler aggiungere un terzo metodo per salire su un edificio, oltre a quelli che attualmente conosciamo, ovvero le scale e l'ascensore – i mezzi di trasporto verticale che hanno dominato negli ultimi 100 anni.

In effetti, le scale sono ingombranti e faticose – soprattutto se si tratta di salire molto in alto e se si va di fretta – mentre l'ascensore richiede moltissima energia e, a volte, viene usato da una persona per volta, non ottimizzandola nemmeno tutta quella energia usata. Da questo, nasce l'idea di una bicicletta verticale che, grazie a un sistema di cavi, guide e carrucole, ed essendo inchiodata al muro di un palazzo, permette di risalirlo pedalando.

Sebbene, a quanto dice il sito web del progetto, il Vycle non entrerà in produzione in tempi brevi, è un'idea davvero innovativa e, con un po' di sostegno e di sviluppo, potrebbe davvero diventare un'opzione di trasporto ideale per combattere i problemi futuri – uno tra tutti, l'aumento della popolazione, che arriva a creare problemi persino nella mobilità all'interno di un palazzo.

Non solo il dispositivo non richiede molto spazio, ma è anche una soluzione efficiente per l'energia e per l'ambiente e promuove uno stile di vita personale e comunitario più sano – tutte qualità delle quali beneficeranno le città sempre più verticali del futuro.