A Portland le rastrelliere per bici sono a prova di ladro

Prevenire i furti di bici è un bel modo per far sentire al sicuro le persone che fanno la scelta ambientalista di muoversi su due ruote

WhatsApp Share

Portland, nello stato dell'Oregon, detiene il record del maggior numero di spazi per parcheggiare le bici tra le città del Nord America: questa oltre ad essere una bella notizia perché vuol dire che ci sono moltissimi ciclisti a Portland, significa anche ci sono molte più opportunità per i ladri di biciclette. È per questo che la città ha deciso di lanciare delle nuove rastrelliere di design: per scoraggiare gli aspiranti rapinatori e per non dover più aggiustare i danni che venivano provocati alla città.

Infatti, oltre al fatto di privare le persone dei loro mezzi di trasporto, questi ladri provocavano un danno anche alla città, visto che per rubare le biciclette, non rompevano la catena, il bloster o qualsiasi altro metodo di blocco il ciclista aveva messo in atto per difendere la bici, no: rompevano direttamente la rastrelliera a cui era collegato.

Così, il Portland Bureau of Transportation (PBOT) è passato a una difesa molto più efficace. Per far sì che i residenti della città sentano di aver lasciato le loro bici al sicuro, si è rivolto a un nuovo design per contrastare i ladri.

Dall'esterno le nuove rastrelliere non sembrano niente di speciale: sono dei semplici archi tubolari in acciaio, ma all'interno c'è un cavo di acciaio libero di fluttuare attraverso la tubazione della rastrelliera che rende difficile tagliarla perché, muovendosi, impedisce alla lama di avere un punto di appoggio. Inoltre, 25 centimetri sopra l'attaccatura a terra, l'arco è attraversato da una barra che dà maggiore stabilità e maggiore sicurezza.

Le rastrelliere sono prodotte da Radius Pipe Bending e il PBOT ha detto che ne verranno acquistate 7.000 in modo da sostituire tutte le attuali.