Costa Concordia: e’ conto alla rovescia per smaltimento

Montato anche l’ultimo cassone per il rigalleggiamento della Costa Concordia. Il 20 luglio potrebbe affrontare il suo ultimo viaggio in mare, alla volta di Genova 

WhatsApp Share

 

Manca veramente poco, perché la Costa Concordia, affondata all’isola del Giglio il 13 Gennaio 2012, lasci i mari della Toscana, alla volta di Genova e dello smaltimento. Il consorzio Titan Micoperi, incaricato da Costa Crociere dei lavori di rimozione, ha terminato l'installazione dei trenta cassoni e ha dato il via ai test che serviranno per la fase finale delle operazioni, quella del 'refloating', il rigalleggiamento della nave.

Grazie ai cassoni, 15 cassoni posizionati sul lato sinistro e 15 sul lato destro, la nave può tornare  galleggiare: per mezzo di un sistema pneumatico, i cassoni sui due lati del relitto verranno progressivamente svuotati dall'acqua di zavorra e forniranno la spinta necessaria a fare rigalleggiare il relitto con un pescaggio di circa 18,5 metri.

 

Come sostenuto anche da Costa Concordia, le operazioni per il rigalleggiamento dovrebbero partire ‘entro dieci giorni’ e terminare al massimo entro il 20 luglio, giorno in cui il relitto potrebbe iniziare il suo ultimo viaggio rimorchiato a traino verso Genova per essere avviata a smaltimento e riciclo.

gc