Bioenergia, idroelettrico e geotermico: cosa sta succedendo nel mondo?

Una panoramica sulle ultime novità del settore delle energie che non hanno problemi di intermittenza delle fonti

WhatsApp Share

Quest'anno ha visto l'inaugurazione di molti progetti nel settore delle energie rinnovabili per quanto riguarda le fonti che sono in grado di fornire energia con pochissima fluttuazione causata dal tempo, ovvero quelle fonti che presentano un carico energetico di base che è sempre assicurato al momento di produrre elettricità. A differenza del solare e dell'eolico, infatti, che risentono dell'intermittenza di sole e vento, tecnologie come la geotermia, l'idroelettrica e le bioenergie sono in grado di fornire energia tutto il giorno.

Ecco uno sguardo a ciò che sta accadendo in questi importanti settori in giro per il mondo.
Nel mese di marzo, DHL e l'aeroporto di Gatwick, a Londra, hanno aperto ufficialmente un nuovo impianto di gestione dei rifiuti, facendo diventare Gatwick il primo aeroporto al mondo a trasformare i propri rifiuti in energia. L'impianto waste-to-energy (costato 3.8 milioni di Sterline, equivalenti a 4.3 milioni di Euro), infatti, è in grado di trasformare circa 10 tonnellate al giorno di rifiuti, come il cibo e gli imballaggi, in energia utilizzata al 100% dalla struttura stessa – il 60-70% viene usato per asciugare i rifiuti per il giorno successivo e il restante per il riscaldamento del sito aeroportuale, risparmiando a Gatwick più di 1000 Sterline al giorno di costi energetici (circa 1150 Euro).

In Turchia, la Turboden ha installato a Düzce un impianto che converte in energia il calore di scarto di Düzcecam, un'azienda che produce vetro; anche a New York, la PwrCor ha annunciato di aver avviato un programma simile, grazie alla partnership di ConEdison, ma in questo caso si sta anche studiando come combinare a questa tecnologia l'energia geotermica.

A Singapore, la società Envirotek ha lavorato con un team internazionale di esperti per implementare un impianto che genera elettricità dal flusso delle maree e che, mostrando la vitalità di questa fonte, potrebbe aprirne il mercato in tutto il sud est asiatico – con un focus iniziale sulle Filippine.

In Canada, invece, la Enbridge si è interessata a sviluppare un piano per il riscaldamento geotermico e le soluzioni di raffreddamento in Ontario, al fine di offrire queste soluzioni ai proprietari di case – visto che, oltre al fatto che l'Ontario ha obiettivi molto aggressivi di riduzione del carbonio, c'è un carico termico significativo nella regione.