Il successo del vento danese

L'energia eolica ha contribuito per il 43,6% alla produzione di energia elettrica in Danimarca nel 2017

WhatsApp Share

La Danimarca ha stabilito un nuovo record di energia rinnovabile nel 2017, ottenendo quasi la metà delle sue necessità elettriche dal vento. La fonte rinnovabile ha fornito il 43,6% della domanda di elettricità, superando il precedente record nazionale del 42%, che era stato ottenuto nel 2015.

Le turbine eoliche danesi sono state particolarmente attive nel 2017, generando 14.700 Gigawattora in 12 mesi. Dal 2001, la capacità installata di energia eolica è raddoppiata, anche se le turbine sono circa il 20% in meno. Questo perché gli impianti eolici di oggi sono più grandi e più efficienti di quelle che c'erano negli anni precedenti – la nazione, in totale, ha installato 5.3 Gigawatt di energia eolica a terra e in mare aperto e la maggior parte delle turbine offshore sono state installate dopo il 2001.

Entro il 2020, la Danimarca potrebbe ottenere circa la metà della sua elettricità dal vento. A quel punto, la nazione dovrebbe essere in grado di generare l'80% della propria energia elettrica dalle fonti rinnovabili – grazie al contributo delle biomasse e dell'energia solare.

Tra l'altro, una delle più grandi compagnie di turbine eoliche del mondo, la Vestas, ha sede proprio in Danimarca, da dove vende la sua tecnologia verde in tutto il mondo – alla fine del 2017, la Vestas ha annunciato un ordine di 96 Megawatt per un parco eolico in India.
Visto che i trasporti elettrici sono in crescita, il fatto che ci sia una produzione verde di energia è davvero una buona notizia – presto, oltre agli autobus e alle auto elettriche, potrebbero arrivare perfino gli aerei elettrici a far stabilire nuovi record. La strada è ancora lunga, ma la Danimarca si sta preparando bene a quello che accadrà.