Hydra-light, una lanterna che va ad acqua salata

Sale e acqua diventano fonte di energia per il campeggio, grazie a questa innovativa lampada

WhatsApp Share

23 Ottobre 2017

Sembra un'idea fantascientifica quella di avere la luce grazie all'acqua salata, eppure è quello che succede con Hydra-light: un prodotto portatile di illuminazione che può davvero salvarci se ci dovessimo trovare off-grid, senza più possibilità di avere corrente. 

Progettata per gli appassionati di campeggio, di nautica e di attività all'aria aperta, la gamma di torce elettriche, lanterne e celle di energia di Hydra-Light è composta da diversi tipi di modelli che sono alimentati dall'acqua salata – molti di questi modelli sono dotati anche di una porta USB, in modo da poter alimentare contemporaneamente il cellulare o un altro dispositivo elettronico.

Ogni Hydra-Light è dotata di una cella di energia che comprende una membrana a base di carbonio e un cilindro metallico in lega sostituibile conosciuto come PowerRod. Quando un elettrolito come l'acqua salata – va bene anche mescolare acqua da tavola e sale – viene aggiunto al mix, i due elementi reagiscono e generano corrente. Questa reazione continua finché il PowerRod non viene esaurito, diventando un nastro molto sottile: a quel punto viene rimosso e ne viene inserito uno nuovo – un gesto che richiede solo pochi secondi – rendendo la cella come nuova, pronta a ricominciare a generare potenza. A differenza delle batterie tradizionali, la potenza d'uscita rimane costante e non diminuisce durante la durata del PowerRod.

Hydra-Light afferma che un singolo PowerRod fornisce oltre 250 ore di energia continua, pari a circa 85 batterie standard AA, ma ad un costo davvero molto inferiore – inoltre ogni prodotto Hydra-Light include un PowerRod già preinstallato.

Per l'1,3 miliardi di persone in tutto il mondo che vivono senza elettricità, Hydra-Light potrebbe davvero cambiare le cose, per il resto di noi potrebbe essere un'innovazione a risparmio energetico ed economico che ci insegnerebbe una volta di più che rispettare l'ambiente è possibile e anche conveniente.