Ecoinvenzioni: il pulmino solare che recupera energia in frenata

Il pulmino solare Nimbus e-Car è un nuovo modello elettrico capace di autoalimentarsi interamente con la tecnologia fotovoltaica ed uno speciale sistema di recupero dell'energia cinetica in frenata

WhatsApp Share

 

 

Un pulmino solare che recupera energia in frenata. Stiamo parlano di un nuovo modello di furgoncino elettrico capace di autoalimentarsi interamente grazie alla tecnologia fotovoltaica integrata con uno speciale sistema di recupero dell'energia cinetica in frenata.

Il nuovo pulmino solare, denominato 'Nimbus e-Car' ed ideato dal designer brasiliano Eduardo Galvani, sarà costruito con materiali leggeri ma resistenti, tra cui fibra di carbonio, titanio e alluminio, che ottimizzeranno il consumo di energia. Proprio grazie all'uso di questi accorgimenti di progettazione, il veicolo avrà quindi la capacità di trasportare a bordo fino a 5 persone con bassissimi consumi energetici.

Il pulmino solare 'Nimbus e-Car' è stato ovviamente pensato per coprire sia brevi distanze in aree urbane che per viaggi più lunghi, attraverso l'utilizzo di un motore elettrico ibrido con batteria da 130 kW agli ioni di litio, che funziona insieme ad un microgeneratore.

Il pulmino 'Nimbus e-Car' avrà inoltre buona parte della sua carrozzeria ricoperta da pannelli fotovoltaici flessibili che permetteranno al mezzo di autoalimentarsi completamente, integrando anche un particolare sistema di recupero dell'energia cinetica in frenata, da sfruttare a seconda delle esigenze (cambiamento delle condizioni meteo, utilizzo delle strumentazioni hi-tech nell'abitacolo etc.)

 

Il pulmino solare 'Nimbus e-Car' sarà infine dotato di sensori di rilevamento degli ostacoli e di una telecamera posteriore, oltre che di Bluetooth, wi-fi a bordo, quattro porte USB e prese di corrente. Attualmente il pulmino Nimbus è soltanto un modello di 'concept car' in attesa che possa ricevere adeguati finanziamenti per la sua prossima uscita sul mercato. Per maggiori informazioni è comunque possibile consultare questo sito.

ml