Alghe come carburante? È possibile

Un designer e uno scienziato creano una motocicletta in legno alimentata dalle alghe

WhatsApp Share

31 Ottobre 2017

Da un po' di tempo, si leggono molte notizie riguardo ad alghe che vengono utilizzate per la realizzazione degli oggetti: dalle scarpe da ginnastica ecologiche alle lampade viventi che assorbono anidride carbonica – ad Amburgo c'è addirittura un intero edificio fatto di alghe. 

Per questo, per quanto possa sembrare bizzarra, non è così strana la notizia che il designer olandese Ritsert Mans e lo scienziato Peter Mooij abbiano creato una motocicletta in legno alimentata dalle alghe, visto che queste ultime sono una fonte di combustibile anche se poco conosciuta.

Per ogni parte della moto i due inventori hanno utilizzato qualcosa che veniva dalla natura – il telaio e le molle sono in legno, gli ammortizzatori in sughero, i rinforzi in canapa e il forcellone, anche se non sembra, è realizzato con una composizione di tutti i tipi di fibre direzionali forniti dalla natura – ma più di tutto il team era interessato a mostrare come l'olio di alghe potrebbe essere potenzialmente utilizzato in futuro. Quindi, hanno cresciuto le alghe in acqua salata, hanno costruito una motocicletta in legno che potesse utilizzarle come combustibile e poi l'hanno testata su una spiaggia locale.


Nel suo racconto, Mans fa un paragone tra il suo esperimento e quello che è accaduto nella fase pionieristica del Novecento: anche allora, come oggi, le persone non avevano idea di cosa aspettarsi in termini di innovazioni automobilistiche. Ora che milioni di cittadini stanno compiendo uno sforzo collettivo per investire nelle energie rinnovabili e nelle iniziative sostenibili, si prevede un grande progresso, ma la gente non sa come sarà il mondo tra 30 anni e quali saranno le fonti che sostituiranno le attuali.

Se si vuole saperne di più, Mans e Mooij hanno scritto un libro sull'olio alghe (De Dikke Alg) oppure si può guardare la conferenza TED di Peter Mooij del 2015.