Il modo migliore per pulire gli utensili della cucina

Puliamo bene gli utensili che usiamo ogni giorno e cerchiamo di farlo nel modo più naturale possibile

WhatsApp Share

Per cucinare bene e avere un impatto ambientale minimo è importante scegliere utensili da cucina di qualità che durino a lungo e si lavino facilmente. Andare al risparmio, cambiandoli poi ogni anno non è una grande idea, né per noi né per l'ambiente.

Padelle

Una buona padella non ha bisogno di grande manutenzione. Va lavata in acqua calda e possiamo usare un sapone delicato; a volte possiamo anche farne a meno. Possiamo provare a strofinare un pizzico di sale grosso se dobbiamo togliere delle incrostazioni. Poi va sempre asciugata bene affinché la ruggine non la attacchi. Ovviamente se la padella è antiaderente bisogna trattarla con estrema delicatezza. Un paio di volte a settimana immergetele in acqua tiepida con un cucchiaio di bicarbonato e qualche goccia di limone. Lasciatele in ammollo per una decina di minuti e, dopo aver sciacquato, asciugate con un panno morbido.

Oggetti di acciaio inox

Notate dell'opacità? Delle macchie sull'acciaio? Provate con uno 'scrub' fai da te per levare lo sporco: mescolate il bicarbonato con alcune gocce di acqua calda e un po' di detersivo per piatti in modo da formare un composto che abbia la consistenza di un dentifricio. Poi strofinate la pentola con questo composto e aspettate qualche minuto. Per finire strofinate gentilmente e risciacquate. Usate la stessa tecnica per pulire il forno dalle incrostazioni.

Coltelli da cucina

Basta lavarli a mano in acqua calda con un goccio di sapone ed è fatta. Se sono di buona qualità, per un uso medio, potete fare affilare la lama una volta all'anno.

Utensili di legno e bamboo

Anche se non sono di acciaio possono durare anni se li trattiamo bene. Dobbiamo lavarli in acqua calda e asciugarli subito. Non lasciamoli in ammollo perché in questo modo il legno si rovina. Quando iniziano a sembrarci secchi e rovinati, facciamogli un trattamento con qualsiasi tipo di olio da cucina per 'reidratare' la superficie. Basta passarli con un panno pulito. Tra gli oli a disposizione ricordiamo quello di cocco per le sue proprietà antibatteriche. Lasciamo che l'olio si assorba per qualche minuto e poi lucidiamo con un altro panno.

Tagliere in legno

Il modo migliore per lavarlo e togliere l'odore dei cibi (ad esempio aglio o cipolla) è gettare un pizzico di sale grosso e strofinare con una fetta di limone. Evitiamo di mettere il tagliere in lavatrice o di lasciarlo in ammollo. Se il legno si secca proviamo lo stesso trattamento con l'olio suggerito per gli utensili di legno.

Piano di lavoro ed elettrodomestici

Ecco la ricetta per una soluzione spray fai da te per pulire la cucina: 1 parte di sapone di Marsiglia liquido, 4 parti di acqua, 2 o 3 gocce di olio essenziale di limone.

E se siete attenti all'ambiente e appassionati di cucina vi consigliamo di scoprire la Banda dei cuochi solari.

a.po