Pulizie Ecologiche: le noci di sapone per un bucato ecologico

Bucato green? Perchè non provare le noci di sapone: ecologiche, naturali e ottime per ogni tipo di tessuto. Scopriamole insieme.

WhatsApp Share

Risparmiare sui detersivi, senza rinunciare alla sicurezza e all'efficacia, non è una missione impossibile. Come abbiamo visto, esistono molti rimedi fa-da-te: bicarbonato, aceto, limone e oli essenziale. Ma per un bucato morbido e profumato, esistono anche dei particolari frutti chiamati noci di sapone o noci saponarie, derivanti da un albero diffuso in India e nel Nepal e contenenti una sostanza chiamata saponina che presenta le stesse caratteristiche del sapone. Una volta venuta a contatto con l’acqua si scioglie svolgendo un’azione pulente.

Grazie a queste noci di sapone è quindi possibile lavare il bucato in lavatrice facendo a meno dei tradizionali detersivi che, oltre ad essere più costosi, contengono tensioattivi e agenti chimici che possono causare gravi allergie sulla pelle, soprattutto su quella più delicata dei bambini, senza contare l'impatto nocivo che hanno sull'ambiente. Adatte a qualunque tipo di tessuto, eliminano anche il problema di comprare diverse tipologie di detersivo. In più, possono essere riutilizzate fino a quando il loro potere pulente non si esaurisce, ovvero 2, massimo 3 volte, e sono completamente inodore, permettendo a chi le utilizza di scegliere la profumazione desiderata con l'aggiunta di qualche goccia di olio essenziale.

Veniamo ai costi: un sacchetto di noci di sapone costa circa 7-8 euro e ne contiene 500 grammi, tuttavia nella maggior parte dei casi è possibile risparmiare ulteriormente acquistandone una quantità maggiore.Essendo completamente di origine vegetale non attaccano il filato, rispettandolo molto più di qualsiasi altro detersivo convenzionale. È bene tuttavia tenere presente la loro scarsa efficacia su macchie particolarmente difficil (vino, caffè, residui di cibo incrostato, ecc….). In tal caso, così come per i capi bianchi, vi basterà aggiungere del percarbonato di sodio, un'alternativa ecologica alle candeggine, agli smacchiatori, agli additivi e ad altri inutili e costosi prodotti per smacchiare i capi - da evitare però su lino, lana e seta -.

Per quanto riguarda l'uso delle noci di sapone, ecco qualche consiglio: la saponina si scioglie in modo ottimale a 40° C, ma può essere anche usata dai 30° ai 90° C. Ad ogni lavaggio, vi basterà riempire un sacchetto di cotone con la dose ottimale di noci, inserirlo nella lavatrice assieme al bucato e procedere al normale ciclo. Per un bucato molto sporco si consigliano 8 noci (16 gr circa), per un bucato normale 6 (12 gr circa), mentre per un bucato poco sporco 4 (6 gr circa).

Flavia Dondolini