Paesi Bassi: novità sulla donazione di organi

Una nuova legge olandese stabilirà che tutti gli uomini adulti sono donatori di organi a meno che non optino per il rifiuto

WhatsApp Share

La nuova legge sulla donazione di organi è stata approvata sul filo di lana dal Senato olandese con un voto di 38-36. Ha superato la Camera bassa del Parlamento nel 2016 con un sottile margine di 75-74. Dovrebbe essere implementata nel 2020 dopo l'approvazione del re Willem-Alexander.

Si tratta di una nuova politica che ha lo scopo di aiutare a risolvere la carenza di donazioni di organi nei Paesi Bassi, secondo il suo promotore, Pia Dijkstra, un membro della Camera dei Rappresentanti.
Ogni persona di età superiore ai 18 anni che non è registrata riceverà una lettera in cui si chiede se desidera donare i propri organi. La mancata risposta a questa lettera si tradurrà nel fatto che quella persona verrà considerata un donatore di default. Alla lettera si potrà rispondere: sì, no, deciderà al mio posto il mio parente più prossimo o una persona specifica da segnalare. E comunque chiunque potrà cambiare lo stato della sua decisione in qualsiasi momento, secondo la legge.

Questa nuova normativa ha anche lo scopo di mettere fine alle pressioni che piombano sui membri di una famiglia dopo una perdita, quando devono decidere il destino degli organi dei loro cari, visto che, prima di questa legge, se non era disponibile nessuna decisione da parte del defunto, era alla famiglia che spettava questo compito molto difficile.

Leggi simili sono in vigore in Belgio e in Spagna, dove la politica viene definita di «consenso presunto».
Purtroppo, nei Paesi Bassi, il sostegno alla politica è apparso in calo dopo che la legge ha avuto la prima approvazione nel 2016. Un mese dopo, 26.430 adulti si sono registrati come non donatori, mentre solo 5.414 come donatori. Inoltre, più di 11.000 residenti hanno cambiato il proprio status da donatori a non donatori. La cosa bizzarra è che tutto questo è avvenuto durante l'evento della Settimana del donatore. Staremo a vedere cosa accadrà nei prossimi anni.