Mal di testa? Un dispositivo elettronico te lo fa passare..

Il dispositivo Gammacore avrebbe la capacita' di far passare il mal di testa a chiunque soffra di cefalea a grappolo o emicrania cronica

WhatsApp Share

Un rimedio efficace contro il mal di testa potrebbe finalmente provenire dall’utilizzo di un dispositivo elettronico già testato in precedenza al livello sperimentale. Stiamo parlando del neuro stimolatore anti-emicrania ‘Gammacore’, presentato diverso tempo fa all'ultimo congresso dell'American Academy of Neurology di San Diego.

Il dispositivo hi-tech contro il mal di testa, in pratica, ha la forma di uno strano telefono cellulare con due microfoni. Funziona in questo modo: una volta posizionato il neuro stimolatore sul lato destro del collo, vengono emessi degli stimoli elettrici di circa 90 secondi che avrebbero, a detta degli ideatori di ‘Gammacore’, la capacità di far passare il mal di testa a chiunque soffra di cefalea a grappolo o emicrania cronica. Con un'apposita rotellina, si può inoltre incrementare l'intensità della stimolazione elettrica sulla base della propria tollerabilità. Una volta terminata la ‘terapia’, un segnale acustico avvertirà quando sarà il momento di spegnere il dispositivo. La procedura va poi ripetuta una seconda volta dopo 3-4 minuti. 

Sull’effettiva efficacia di questo dispositivo anti-emicrania (ancora legato ad una fase di sperimentazione) esiste già una ‘letteratura’ di studi scientifici che rendono promettente un suo possibile impiego nelle future terapie mediche. Questa tecnica infatti, già in fase di validazione presso l’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma e al Besta di Milano, dovrebbe avere delle implicazioni positive anche nella prevenzione degli attacchi di emicrania. 

Tra gli studi clinici condotti sul ‘Gammacore’, il primo ha riguardato proprio il Centro cefalee dell'Istituto Besta di Milano, con la collaborazione del San Raffaele di Roma. La ricerca, in particolare, ha valutato persone di età compresa tra i 18 e i 65 anni che hanno utilizzato ‘Gammacore’ in tre attacchi consecutivi con doppia stimolazione del nervo vago di destra. I risultati conseguiti attraverso la terapia clinica del neuro stimolatore sono risultati abbastanza promettenti. Gennaro Bussone, direttore del Dipartimento di Neuroscienze Cliniche dell'Istituto ha però precisato che l’utilizzo del ‘Gammacore’ deve prevedere ‘un periodo di addestramento preliminare del paziente, in modo da ridurre al minimo la percentuale di errori derivati da un impiego scorretto del dispositivo.’ 

Un’altra ricerca che ha verificato l’effettiva efficacia del trattamento del mal di testa con lo ‘stimolatore vagale esterno’ è lo studio PREVA, condotto in sette Paesi europei e presentato a Copenaghen da Jean Schoenen, direttore dell’Headache Research Unit dell’Università belga di Liegi. I risultato clinici dello studio, anche in questo caso, indicano che l’effetto di ‘profilassi’ viene ottenuto addirittura nella più grave delle cefalee, quella a grappolo. Per maggiori informazioni sul dispositivo ‘Gammacore’ è possibile consultare questo documento.

(ml)